questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Dietro le quinte di Free Birds - Tacchini in Fuga

Attualità, Featurette, Personaggi

26/11/2013

Il 28 novembre arriva al cinema Free Birds - Tacchini in Fuga, prodotto dalla Reel FX e distribuito dalla Adler's Enterteinment. Nuovo film d'animazione che racconta l'avventura di un gruppo di tacchini che vive una tranquilla e appagata vita incentrata sul mais in una tranquilla fattoria di famiglia. Questi si preoccupano solo del momento del pasto distribuito da un fattore che, sono tutti certi, li condurrà al “Paradiso dei Tacchini”. Tutti tranne Reggie (Owen Wilson), loquace tacchino irriverente e per niente contento degli eccessi nutrizionali della vita nella fattoria, che si ritrova presto emarginato dal resto del gruppo. La vita di Reggie cambia per sempre quando riceve un’inaspettata visita dal Presidente degli Stati Uniti d’America che lo vuole come “tacchino graziato”. Ciò significa vivere una comoda vita a Camp David, completa di Tv on demand e pizza al formaggio. Come “tacchino graziato” Reggie trova la sua dimensione perfetta dove, lui e solo lui, è finalmente il capo! Questo finché Reggie non viene improvvisamente risvegliato dal suo sogno da Jake (Woody Harrelson) l’accanito fondatore e unico membro del “Fronte per la liberazione dei tacchini” e insieme proveranno a cambiare il loro destino, rivoluzionando la famosa ricorrenza americana de Ringraziamento. David I. Sterns e John J. Strauss, gli sceneggiatori di questo nuovo film d’animazione, avevano l’idea in mente già da tempo, ma solo ora sono riusciti a concretizzare il loro progetto grazie alla Reel FX, uno studio del 1993 con sede a Dallas in Texas, che con questo film ha realizzato il suo primo lungometraggio. “Mi rende molto orgoglioso che Free Birds sia il primo film della Reel FX” ha dichiarato Aron Warner, produttore esecutivo e Presidente della’Animazione dello studio.

Il regista Jimmy Hayward è salito a bordo nel 2011, insieme al produttore Scott Mosier e al produttore esecutivo Aron Warner, premio Oscar per la saga di Shrek. Ci sono voluti circa sei mesi per terminare Free Birds - Tacchini in Fuga, con un processo di pre-produzione iniziato nel 2009 organizzato in diversi step, sia dal punto di vista grafico sia per il contenuto. Per realizzare dei protagonisti credibili ma divertenti e interessanti, gli sceneggiatori hanno raccontato di essersi ispirati alla realtà, studiando le peculiarità dei tacchini selvatici e dei tacchini d’allevamento esistenti. Alla pura apparenza hanno poi aggiunto una personalità, ottenendo la coppia comica, incompatibile ma anche inseparabile di Reggie e Jake. Il primo, ingegnoso ed egocentrico e il secondo, buono e tranquillo, che si ritrovano a vivere un’avventura coinvolgente e decisiva per il futuro di entrambi. Come tutti i film d’animazione, la scelta impegnativa riguarda il cast, e trovare la voce giusta che possa rendere ogni personaggio convincente e irresistibile. Per Free Birds - Tacchini in Fuga il problema non è stato trovare le voci giuste solo per i tacchini, ma anche per la macchina del tempo, per gli ufficiali del governo e per i pellegrini del 1621 quando i protagonisti tornano indietro nel tempo. Dopo una ricerca capillare, i filmmakers di questo film hanno scelto Owen Wilson e Woody Harrelson per il doppiaggio di Reggie e Jake, con un accento indubbiamente texano. “Woody e Owen sono amici e la loro amicizia emerge realmente nei loro personaggi perché sono veramente affettuosi l’uno con l’altro, anche senza rendersene conto” ha dichiarato Aaaron Waner, produttore esecutivo. Qui di seguito potete vedere un curioso backstage con i due attori a lavoro.

Gli animatori e i designers del film hanno visitato vere fattorie del Texas per avere un’idea sul come rendere al meglio i tacchini e i modellisti hanno addirittura studiato alcuni tacchini congelati e fatto una serie di motion tests per sviluppare poi dei modelli al computer. Successivamente gli attrezzisti hanno inserito delle giunture con dei controlli per muovere i vari pupazzi, con il processo chiamato “skinning”. Il problema più scomodo sono state le piume, che sono state gestite con il software Avian supervisionato da Monika Sawyer affiancata da sei artisti. Infine Todd Harper, il surfing supervisor si è occupato delle luci, facendo apparire i due protagonisti nel migliore dei modi, con un piumaggio luminoso e verosimile. Poi è partita l’animazione vera e propria e quindi il doppiaggio, una pratica delicata e di precisione che regala al film la magia dell'insieme. “Era bello vedere le loro espressioni, il modo in cui si muovevano i doppiatori, per poter dare poi ai personaggi ogni tipo di sfumatura. Sono tutti grandi attori!” ha affermato Ray Chase, Direttore dell’Animazione. Ecco un interessante video con i passaggi più importnati del processo dell'animazione e la creazione dello storyboard del film.

Tutti i vari personaggi si muovono poi in un mondo nuovo, fantastico, frutto dell’immaginazione di una squadra di artisti che si occupa di costruire e ideare l’estetica del mondo di Free Birds, partendo dalla realizzazione di vari set in cui Jake e Reggie si muovono e vivono le loro avventure. Sono state utilizzate molte macchine da presa e la CG animation, la macchina da presa virtuale che riesce a riprendere tutti gli angoli e tutti gli effetti speciali del film, dalle esplosioni alla nebbia, dalle scintille al fuoco, anche se la vera rivelazione è l’affascinante vortice della macchina del tempo che ha richiesto ben cinque mesi per la sua realizzazione. “Ci siamo ingegnati per creare spettacolari effetti speciali, ma spero comunque che gli spettatori siano talmente coinvolti dal film e dalla storia che Jimmy vuole raccontare da non essere distratti dagli effetti speciali” ha detto Walter Behrnes, supervisore agli effetti speciali. In realtà un buon film d'animazione deve riuscire a bilanciare il sentimento, i colori e l'azione degli effetti speciali e Free Birds ci riesce, portando al cinema un'avventura divertente e stravagante, con un cuore. Vi salutiamo con una clip irresistibile: La Danza di Jake e Ranger.

Scritto da Letizia Rogolino
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA