questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Dietro le quinte di Dracula Untold

Attualità, Featurette, Personaggi

29/10/2014

La figura di Dracula, il principe dei vampiri, è stato protagonista della storia del cinema per molti anni e mille rivisitazioni. Ad Ottobre il “mostro” nato nelle pagine del romanzo di Bram Stoker, ha il volto dell’attore Luke Evans, che molti conosceranno per il suo ruolo nel celebre francesi Lo Hobbit o nel thriller The Raven accanto a John Cusack. In questo film diretto da Gary Shore, il principe Vlad guida la carica per respingere i tentativi dell’Impero Ottomano di utilizzare la Romania come punto di appoggio per conquistare il resto d’Europa. Tra le montagne un giorno, si imbatte una scusa caverna dove incontra un vampiro inquietante che gli offre la possibilità di assumere un potere invincibile con il quale potrebbe avere la meglio sui suoi nemici. Così Vlad accetta il sacrificio per difendere la sua famiglia e il suo popolo dal sultano spietato, ma la guerra non è  semplice.

A metà strada tra l’horror e il fantasy, Dracula Untold arriva nelle sale italiane il 30 Ottobre e, anche se non può essere definito propriamente un blockbuster, non si può fare a meno di notare l’ingente presenza degli effetti visivi e digitali utilizzati per la scenografia, il volo dei pipistrelli e le scene di combattimento. Infatti, nei seguenti contributi video che vi mostriamo, potete notare Luke Evans e il resto del cast con alle spalle il famoso green screen, ormai onnipresente nei film di un certo genere. 

I vari combattimenti sono stati coordinati da Buster Reeves, un coordinatore di controfigure che ha lavorato alla trilogia di Batman e come controfigura di Tom Hardy, ma anche in televisione ne Il trono di spade. IGN ha pubblicato un video delle prove del combattimento Thousand-Man Fight, dove il numero dei partecipanti allo scontro è stato poi aumentato grazie alla computer grafica. Il principe Vlad è originario della Transilvania, ma si è addestrato con i turchi. I primi combattono soprattutto con la spada con elsa a cesto, mentre l’armata turca ha influenze da parte dei mongoli e dell’estremo oriente con uno stile di combattimento che utilizza spade molto simili alle katane. Per lo stile di Vlad sono stati fusi i due stili, e lui usa una spada con elsa a cesto come una katana. Le prove sono durate sei settimane, prima dell’inizio delle riprese, ma durante la pause le controfigure hanno continuato ad allenarsi per non perdere la concentrazione.

Scritto da Letizia Rogolino
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA