questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Dietro le quinte di Divergent

Attualità, Featurette

31/03/2014

Il 3 Aprile arriva al cinema Divergent, il film di Neil Burger che sembra essere destinato a superare il successo di Twilight e Hunger Games. Anch’esso infatti è ispirato ad un romanzo per ragazzi, scritto da Veronica Roth, che racconta l’avventura di Tris Prior, una Divergente che vive in un mondo diviso in fazioni diverse. Il leader di queste fazioni cospira per distruggere tutti i Divergenti, quindi Tris e il misterioso Four dovranno cercare di salvare la situazione e scoprire perché è così pericoloso essere dei Divergenti. I protagonisti sono interpretati da Shailene Woodley e Theo James, ma il cast è ricco di stelle come Ashley Judd, Kate Winslet, Mehki Phifer, Jai Courtney e Ray Stevenson.

La Summit Enterteinment ha deciso di affidare a Neil Burger la responsabilità di portare sullo schermo il successo di Veronica Roth, Miglior Libro dell’anno nel 2011. “Divergent si svolge in una società futura in cui a ognuno è permesso di essere una cosa, una cosa sola. Tris è una giovane donna, ma è più di una cosa, sa più di una cosa e vuole essere più di una sola cosa. Per questo motivo è “divergente”, cioè non rientra in nessuna categoria. Ma in questa società, essere diversi equivale ad essere pericolosi” ha dichiarato Burger durante le riprese, che si sono svolte per la prima settimana in un campo di allenamento e addestramento di circa 35.ooo metri quadrati per quanto riguarda la fazione dei cosiddetti “Intrepidi”. Il team artistico ha usato delle luci al LED e al plasma per illuminare le scene, e per creare la giusta atmosfera adatta a questo tipo di fazione unitaria e strutturata. “La cosa più sorprendente di questo film è il numero di locali e di ambienti sotterranei che abbiamo usato” ha affermato la scenografa Anne Kuljan, aggiungendo che “La Sfida è stata rendere questi ambienti tutti interessanti, ma tutti diversi, e al tempo stesso, uniformarli; in questo i LED ci hanno aiutato molto”. JJ Perry è stato il coreografo dei combattimenti ed esercizi. 

Come la maggior parte dei franchise per teenager che sbarcano sul grande schermo, anche Divergent vanta dei costumi particolari e studiati nei minimi particolari. Questi, insieme a tatuaggi variegati, servono infatti anche a distinguere le fazioni di appartenenza in modo naturale, ma non sono uniformi, ma denunciano uno stile individuale. I toni del grigio per gli Abnegati, i modesti cittadini che antepongono le necessità degli altri alle proprie e sono dotati di grande altruismo. I toni della Terra per i Pacifici, i toni blu per gli Eruditi etc…“Mi piace molto lavorare con i costumi” ha detto l’attrice Ashley Judd, “E’ bellissimo mettersi seduti con un costumista come Carlo Poggioli e vedere il suo portfolio, incredibile! Era come stare seduti con Armani quando stava disegnando il mio abito di matrimonio”. 

Divergent è il primo di una nuova trilogia che deve cercare di conquistare gli appassionati del libro della Roth, ma il primo capitolo già sembra aver convinto gran parte della critica internazionale che ha visto il film in anteprima. 

 

Scritto da Letizia Rogolino
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA