questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

DiCaprio & Eastwood: J. Edgar non è un film sui gay

Anteprime, Attualità, Personaggi

15/09/2011

In un articolo appena uscita sul periodico americano GQ (che gli ha dedicato la copertina) Leonardo DiCaprio, protagonista di J. Edgar, intervistato assieme al regista del film Clint Eastwood, parla del film e del leggendario personaggio del titolo, il fondatore nonché Direttore dell'FBI, J. Edgar Hoover. Sollecitati dall'intervistatore, i due affrontano l'argomento della supposta e molto chiacchierata omosessualità del personaggio del protagonista.

"Ho sentito circolare vari aneddoti e gossip - esordisce Eastwood - come quello che avrebbe indossato vestiti da donna in alcuni parties. Tutti dicevano che forse era gay perché non si era mai sposato. Ma questo fa parte dei pregiudizi degli anni 40. Se una persona non si sposava all'epoca si pensava immediatamente che c'era qualcosa che non andava bene." "Ma a quanto pare, lui ha avuto qualcosa di simile ad un matrimonio di lunga durata con il suo co-direttore Clyde Tolson (interpretato da Armie Hammer). Sicuramente i due erano inseparabili," conclude Eastwood. "Potrebbe essere stata anche una grande storia d'amore tra due uomini. O addirittura una storia d'amore che era anche una storia di sesso. Ma se lui fosse gay o no, lo abbiamo lasciato all'interpretazione del pubblico."

DiCaprio aggiunge: "Quello che diciamo è che lui ha avuto senza dubbio una relazione con Tolson che è durata per circa cinquant'anni. Nessuno dei due si è sposato. Hanno vissuto l'uno accanto all'altro. Ed hanno lavorato insieme ogni giorno. Andavano insieme anche in vacanza. E c'erano dei rumours su qualcosa di più. Ci sono precise insinuzioni a proposito, ma preferisco non inoltrarmi in questo aspetto, anche se ..."

Lo interrompe Eastwood: "Non è un film su due gay. E' un film su come questa persona riuscisse a manipolare tutti quelli che lo circondavano, e come sia riuscita a rimanere a capo dell'Fbi attraverso nove diversi Presidenti. Non è così importante se fosse gay o no. "Se dovessi scommettere, non so che cosa sceglierei." Chiude Di Caprio.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA