questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Di Caprio da Hoover a The Reaper

Attualità, Foto, Gossip, Personaggi

10/02/2011

Mentre sono sbarcate online le prime foto di Leonardo Di Caprio nei panni del giovane J. Edgar Hoover, confermando i rumour che davano per già iniziate le riprese del film diretto da Clint Eastwood sul controverso Direttore nonché fondatore dell'Fbi, già si intravede all'orizzonte il possibile ulteriore progetto della star di Hollywood. Lo sceneggiatore-regista DJ Caruso, terminate le riprese del thriller alieno Io sono il numero quattro, ha infatti dichiarato che la sua prossima regia sarà l'adattamento del romanzo di Josh Bazell Beat The Reaper. E chi ha buona memoria sicuramente ricorderà che due anni fa i diritti del romanzo di Bazell sono stati acquistati dalla Appian Way, la società di produzione di Di Caprio, per farne un film con lo stesso Di Caprio protagonista. E' la storia di un medico newyorchese del pronto soccorso che nasconde un passato da killer della mafia. Un bel giorno l'ambulanza gli porta uno dei suoi vecchi 'colleghi', obbligandolo a riaprire i conti con il suo passato. Non c'è ancora nessuna data di inizio riprese, ma c'è già una sceneggiatura firmata da Brian Koppelman e David Levien (Ocean's Thirteen).


Ma torniamo a Hoover, il nuovo lavoro dell'infaticabile splendido ottantenne Clint Eastwood, che questa volta ha scelto Dustin Lance Black (Premio Oscar per Milk) come sceneggiatore.

Accanto a Leonardo di Caprio, nel ruolo del protagonista, il cast vede Judi Dench nel ruolo della madre di Hoover, Armie Hammer in quello dell'assistente (nonché probabile amantedi Hoover) Clyde Toulson,  Naomi Watts nei panni della fedele segretaria di Hoover, Damon Herriman nel ruolo di Bruno Hauptmann, l'uomo che fu condannato per il rapimento e l'uccisione del figlio di Charles Lindbergh (Josh Lucas), ed infine Ed Westwick nella parte dell’agente Smith dell’FBI, biografo ufficiale di Hoover.
scritto dallo sceneggiatore premio Oscar .
Fondatore e Direttore dell'Fbi, Hoover ha 'regnato' sull'organizzazione per quasi quarant'anni, dal 1935 (anno della fondazione) alla morte di Hoover avvenuta nel 1972. Personaggio molto controverso, ha utilizzato l'organizzazione per attaccare gli attivisti politici, raccogliendo fascicoli segreti di presunte deviazioni sessuali per minare la loro credibilità. Personaggio ambiguo, pubblicamente omofobo, si è scoperto solo ultimamente che era omosessuale, e amava travestirsi. Insomma due ruoli sicuramente impegnativi per Di Caprio.

Guarda le prime immagini

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA