questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Del Brocco: un 2013 tricolore

27/11/2012

A pochi giorni dalla presentazione ufficiale del listino 2013 agli esercenti cinematografici riuniti a Sorrento, l'AD di RaiCinema Paolo Del Brocco ha riunito a Roma un gruppo di giornalisti e per presentare i titoli che verranno distribuiti nel corso del 2013 da RaiCinema-01 Distribution,

30 titoli circa, al 90% italiani, quest'ultima è la vera novità rispetto all'anno passato dove le pellicole italiane rappresentavano all'incirca il 70% del listino. Incremento sul numero dei film e in particolare di quelli italiani coprodotti da RaiCinema che da quest'anno non acquisisce nuovi titoli internazionali, ma fa soltanto degli accordi di distribuzione con altri partner (vedi Rush di Ron Howars sulle corse di formula uno tramite Andrea Leone Films e The Tomb con Stallone e Schwarzenegger tramite IIf). Stabile il budget produttivo di circa 50 milioni di euro, ed una linea editoriale all'insegna della continuità, che spazia dal cinema italiano commerciale a quello d'autore, di genere etc.,  come si conviene ad una società che rappresenta il servizio pubblico. 

Dopo aver ricordato l'uscita di L'amore è imperfetto di Francesca Muci e Tutto tutto, niente niente di Manfredonia  (il primo in uscita il 29 novembre, l'altro a Natale) che chiuderanno il 2012, Del Brocco ha elencato i 27 titoli italiani che usciranno nel prossimo anno, iniziando dai primi in ordine di uscita. Mai Stati Uniti dei fratelli Vanzina che arriverà nelle sale il 3 gennaio, Pazze di me di Fausto Brizzi il 24 gennaio, Il principe abusivo di Alessandro Siani il 14 febbraio, Educazione siberiana di Gabriele Salvatores il 28 febbraio, Amiche da morire di Giorgia Farina il 7 marzo, Bianca come il latte, rossa come il sangue di Giacomo Campiotti il 4 aprile, la commedia Benvenuto Presidente con Claudio Bisio fra marzo e aprile,  il nuovo film di Daniele Luchetti (titolo provvisorio Storia mitologica della mia famiglia) probabilmente a maggio. Fra gli altri titoli la commedia Aspirante vedovo di Massimo Venier con Fabio De Luigi e Luciana Littizzetto, Mi rifaccio vivo di Sergio Rubini, Passione sinistra di Marco Ponti, il nuovo film di Gianni Amelio L’intrepido con Antonio Albanese, il nuovo film di Ferzan Ozpetek Allacciate le cinture di sicurezza. 11 settembre 1683 di Renzo Martinelli Il capitale umano di Paolo Virzì, Cha Cha Cha di Marco Risi, La mafia uccide solo d'estate di Pif, Il cecchino, il polar francesissimo di Michele Placido, ed Un fantastico via vai di Leonardo Pieraccioni, questi ultimi per un'uscita indicativa nella seconda parte dell'anno. A proposito di Pieraccioni, dopo Virzì e Salvatores passa da Medusa a RaiCinema per una possibile uscita natalizia. 

A proposito di uscite il 2013 segnerà anche per RaiCinema 01 Distribution lo sdoganamento delle uscite estive, con un titolo già programmato a Giugno Niente può fermarci di Luigi Cecinelli, a cui si aggiungeranno uno o due altri titoli ancora in fase di trattativa con i produttori, e infine la conferma di quanto già precedentemente annunciato da Del Brocco in un'intervista, ovvero l'impegno di uscire in contemporanea con il festival se un titolo RaiCinema verrà selezionato al festival di Cannes. Al contrario di quanto fatto quest'anno con Reality di Matteo Garrone, presentato a Cannes a maggio e uscito a fine settembre nei cinema. Accanto ai film distribuiti con il marchio della conglobata 01 Distribution RaiCinema, all'interno del budget annuale di 50 milioni di euro e sempre nell'ottica di aiutare, anche a livello industriale, il cinema italiano, finanzia una ventina di altri titoli che verranno distribuiti da altre società, come ad esempio l'esordio alla regia di Valeria Golino e il nuovo film di Giorgio Diritti che verranno distribuiti dalla Bim. Un'ultima parola Paolo Del Brocco la dedica alla più recente e intraprendente delle attività produttive di RaiCinema ovvero la Web Series che prevede la realizzazione di 10 lungometraggi a bassissimo budget (100.000 euro) per un primo sfruttamento gratuito su Cubovision, a pagamento su I Tubìnes e successivamente sui canali digitali della Rai. 

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA