questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Dario Fo, di nuovo attore per Trollman

Attualità, News

05/02/2016

Dario Fo

Dario Fo ha annunciato che interpreterà la parte del vecchio allenatore del pugile di etnia sinti  Johann 'Rukelie' Trollman. Il premio Nobel ha appena raccontato la sua storia nel libro Razza di Zingaro. Un ritorno al cinema che è stato ufficializzato durante la trasmissione di Rai Radio2 Un Giorno da pecora, condotto da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro, dove Fo era ospite. "Per il film cercherò anche di scrivere dei dialoghi per la sceneggiatura. Se me lo lasceranno fare mi piacerebbe molto” ha dichiarato, e sul regista:”Ancora non c’è nessun nome, ci sono due case editrici che si sono unite per questo progetto”.

Trollmann

Johann  Trollman meglio noto come Rukelie (in sinti “albero”), negli anni Trenta stracciava i suoi avversari sui ring berlinesi con uno stile simile ha una danza, che gli valse il soprannome di pugile ballerino.
Nel 1933 a l’apice del successo sfida il pugile Adolf Witt per lo scettro di campione. In sei round lo fa a pezzi, trionfa e piange di gioia. Ma il gerarca nazista Georg Radamm non può accettare che un pugile di razza ariana venga umiliato da uno zingaro e quindi con la scusa del suo pianto, poco virile per un vero pugile, gli viene sottratto il titolo e stabilito un nuovo incontro con Gustav Eder. La sconfitta di Trollmann viene architettata ad arte.
Condannato a perdere, Rukelie non rinuncia a prendere in giro i suoi avversari presentandosi sul ring con il corpo cosparso di farina. Tale affronto sarà però vendicato dai nazisti. Quando le leggi razziali di Norimberga ufficializzano le persecuzioni di Rom e Sinti, la Gestapo lo arresta e lo confina in un lager dove è trattato come un fenomeno da baraccone.
Ormai scheletrico e senza forze é costretto ad indossare i guantoni e anche così riesce a mettere al tappeto il kapò di turno firmando la sua definitiva condanna. Morì con un colpo di pistola diventando una delle tante vittime dimenticate. Solo nel nel 2010 a Berlino dopo anni di indifferenza fu eretto in sua memoria un monumento a forma di ring .

Scritto da Vittorio Zenardi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA