questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Daniel Radcliffe

Attualità

23/03/2007
King Harry è nudo

E' lui, il ragazzo che non deve crescere mai. Per contratto. Perché Harry Potter è sempre uguale a se stesso anche se tra un sequel e l'altro gli anni passano. Questo eventualmente è il problema di Daniel Radcliffe, super star del fantasy, che agli occhi di tutti non è un attore, ma un personaggio in carne, occhiali e ossa. Il pubblico si è così affezionato alla sua faccia che perfino la J.K. Rowling, la penna della serie, oramai al fatto che questo benedetto maghetto cresca ci pensa quando scrive. E così Daniel-Harry può permettersi un' impercettibile ombra di barba, qualche tempesta ormonale. Anche per sfuggire alle tenaglie del format, Daniel si è deciso a presentarsi nudo a teatro, in compagnia di un cavallo bianco. Si tratta di Equus lo spettacolo che ha debuttato il 16 febbraio a Londra su un palco del West End. Dramma scritto da Peter Shaffer nel 1972, racconta la storia di Alan, un diciassettenne che una notte acceca senza motivo i sette cavalli che cura, entra in scena uno psicanalista che cerca di esplorare i disturbi mentali del ragazzo. La piéce debutta al National Theatre nel 1973, successivamente a Broadway, con Anthony Hopkins. La portò al cinema Sidney Lumet, ma in sala fu un flop. "Spero di essere all'altezza del ruolo che mi è stato assegnato" commenta timidamente Radcliffe. Le critiche sono tiepide. Mentre i genitori di mezzo mondo gli danno addosso, secondo alcuni l'attore che interpreta Harry Potter, ed è un pilastro dell'immaginario dei loro figli, non può mostrarsi nudo, nemmeno a teatro.
Daniel è a rischio Potter a vita, un rischio più che ben pagato intendiamoci, è il ragazzo più ricco del Regno Unito dopo il principe Harry. Un carattere determinato, vivace pare lo difenda dall'incubo di finire depresso come certi suoi colleghi prigionieri di un'immagine forte. Daniel è molto vitale. Suona il basso, adora la musica, i suoi idoli sono i Sex Pistols, i Clash ma anche i più vicini Libertines, gli Strokes.
Nelle pause di set si dedica alla sua mimetica passione: l'illusionismo. Va matto per i trucchi, studia la storia dei grandi illusionisti del passato, pare sia anche abbastanza bravo. A chi gli chiede se creda alla magia risponde: "al centopercento". Tra i colleghi ammira Gary Oldman, con cui ha anche lavorato. Tra le colleghe le belle Cameron Diaz, Aishwarya Rai e la mitica bionda Scarlett.
Ha iniziato a recitare a cinque anni, è un bambino prodigio come Jodie Foster solo che lui non è nato nell'era dei film ma in quella dei sequel. I suoi genitori, Alan e Marcia, un agente letterario e un'addetta al casting, non volevano che facesse l'attore, ma poi il destino magico ha avuto la meglio sulle intezioni dei suoi. Daniel possiede due cani Binker e Nugget, ha diciassette anni, di sue eventuali storie d'amore non si sa molto forse per non gettare milioni di bambine innamorate in depressione. E non è detto che tra scuola, lavoro e tour promozionali ne abbia il tempo.
Scritto da ADMIN
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA