questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Da X-Files a The Walking Dead gli episodi più spaventosi delle serie tv

Serie TV

20/05/2015


Nonostante la festa dei morti (Halloween) non sia proprio dietro l’angolo, vi mostriamo una lista degli episodi delle serie tv più spaventosi mai andati in onda. Nella lista troverete gli episodi che hanno lasciato un segno duraturo nei nostri incubi. Alcuni episodi provengono da serie che da sempre hanno saputo incutere terrore nello spettatore, altre invece da serie che non hanno niente a che vedere con il genere horror, ma che hanno comunque saputo spaventare. Partiamo con la lista!

“Sylvia” - La casa nella prateria 

Può sembrare strano che uno show innocuo e per bambini come “La casa nella prateria” possa contenere un episodio pauroso, ma l'episodio “Sylvia” ha un decimo meritatissimo posto. L'episodio diviso in due parti, mandato in onda durante la proiezione della settima stagione ci mostrava un terrificante uomo vestito di nero con una maschera mimetica intento a terrorizzare e violentare una giovane fanciulla di nome Sylvia. I bambini, abituati a vedere la dolce vita delle persone di frontiera rimasero letteralmente traumatizzate da quello spettacolo di così cattivo gusto. 

“Marionette” - Fringe

Fringe ha saputo costruirsi una fama grazie a quel misto di scienza e fantascienza, che mescolati insieme, ci facevano entrare nella tana del bianconiglio e conquistando i spettatori grazie a una trama ben architettata ed intricata al punto giusto. Tuttavia con la terza stagione la serie raggiunge il vero apice nell'ambito dell'orrore grazie a “Marionette”, che ha saputo unire in un solo momento Frankenstein e Saw. La storia vede la squadra Fringe sulle tracce di un assassino che sta rimuovendo gli organi donati per compiere il suo grande piano e risvegliare la donna che ama. Il tutto condito dal fatto che vediamo l'assassino manipolare il morto come una marionetta, dall'interno. 

“The Man Behind the Curtain” - Lost

Anche se l'intera storia di Lost è agghiacciante fin dal primo episodio, raramente la serie è stata il teatro di un autentico orrore. Con la terza stagione e con l'episodio “The Man Behind the Curtain” lo show si è spinto nella paura più totalizzante per un po'. Quando l'astuto Benjamin Linus prende Locke in una baita in mezzo alla giungla, promettendogli delle risposte, lui (e il pubblico) rimangono con altre domande senza risposta. Perché questo posto è in mezzo al bosco? Perché Ben insiste che la sedia vuota presenta in realtà il misterioso Jacob? Perché una voce spettrale e agghiacciante chiede a Locke di aiutarlo? Perché la baita inizia a tremare all'improvviso come se fosse piena di poltergeist arrabbiati e perché il fuoco della lanterna si spegne immediatamente, ma soprattutto, chi è l'uomo sulla sedia che poco prima era vuota? Chiaramente LOST non dà nessuna risposta reale a queste domande, ma si tratta di una sequenza di puro terrore.

“Everybody Loves a Clown” - Supernatural

Anche se per comprendere Supernatural servirebbe un aiuto dei libri sulla mitologia, il secondo episodio della terza stagione ha trovato un mostro che non necessità di troppe spiegazione e che ha saputo mettere una cosa mai vista nelle serie tv. L'episodio è intitolato in modo ironico “Everybody Loves a Clown” e vede i fratelli Winchester alle prese con un caso piuttosto macabro e bizzarro. Degli omicidi corrispondono sempre a delle apparizioni di un circo itinerante. I bambini vedono un clown, che però i genitori non riescono a vedere e di notte dopo che questo bussa alla porta lo fanno entrare. Il clown compie il massacro, uccidendo i genitori e divorando le loro carni. Una scena raccapricciante e macabra. Spesso Supernatural ci mostra l'inferno e i demoni, ma questa volta ha dimostrato che nulla è più spaventoso di un clown. 

“Dreams” - M*A*S*H*

M*A*S*H*  è iniziata come una sit-com di chirurghi inviati in prima linea nella guerra di Corea, ma nel corso delle sue 11 stagioni lo show si è lentamente evoluto in un anti-dramma sulla guerra e certe volte ha permesso agli spettatori di farsi delle risate. Anche se lo spettacolo raramente ci ha mostrato delle scene paurose, durante l'ottava stagione ha saputo raggiungere l'orrore e sguazzarci dentro, mostrandoci i pensieri inconsci del cast. Nell'episodio “Dreams” dell'ottava stagione, infatti, i chirurghi del 4077 Surgical Hospital Mobile Army si addormentano dopo un intervento durato 33 ore, ma anche i sogni si trasformano in incubi veri e propri. Il matrimonio di Margaret Houlihan diventa un campo di battaglia insanguinato. Charles Winchester si trasforma in un mago, capace di fare dei trucchi di magia, ma incapace di far guarire. Hawkeye viene punito per non aver studiato presso una scuola medica e per non avere le braccia. Questo episodio è però volutamente fatto in questo modo per ricordare che i soldati subiscono i traumi permanenti alla psiche. 

“Blink” - Doctor Who

Come molte serie elencate in questa classifica, Blink è un episodio spaventoso preso da una serie che raramente ha cercato di spaventare. Doctor Who vede l'introduzione degli Angeli piangenti a partire dalla terza stagione e questi temibili nemici diventeranno uno dei villain iconici della storia serie tv. Nonostante possano sembrare delle innocue statue, sono in realtà delle creature aliene ancestrali che attaccano il nemico mentre questo non lo guarda e lo trasportano in un'altra epoca, consumandone l'essenza vitale del presente. L'episodio in questione è stato votato innumerevoli volte come il più spaventoso della serie e anche tra i migliori, nonostante il dottore qui faccia una comparsa da comprimario e non da protagonista. 

“Seed” - The Walking Dead

The Walking Dead è una serie tv a sfondo zombie che nasce horror fin da subito e non ha difficoltà nel mostrare le sue potenzialità. Un gruppo di sopravvissuti, capitanati da Rick Grimes si dirige verso una meta ignota in cui poter vivere in pace senza la costante presenza dei morti viventi. Nella terza stagione della serie il gruppo si imbatte in una prigione e volendone prendere il controllo cerca di “ripulirla” dagli zombie. Gli ormai esperti assassini erano pronti a tutto, ma non ai tunnel claustrofobici e bui come la pece e al numero davvero enorme di zombie, che riempirono la sequenza di terrore e panico. Ed è abbastanza deludente che un inizio così dirompente non sia riuscito a smuovere una stagione quasi noiosa. 

“Lonely Souls”- Twin Peaks

Prendere un solo episodio e inserirlo in questa lista è stato un vero e proprio problema in quanto Twin Peaks da solo potrebbe riempire una lista simile grazie all'innata bravura di David Lynch e Mark Frost. Tuttavia dobbiamo inserirne uno solo di episodi e così abbiamo scelto Lonely Souls, facente parte della seconda stagione per un motivo ben preciso: l'incubo quale è il Killer BOB, che avvicina la cinepresa per farci fare dei salti. 

“Hush” - Buffy l'Ammazzavampiri

Nonostante la sua premessa e il titolo, Buffy l'Ammazzavampiri di Josh Whedon raramente è andata oltre all'orrore. Lo spettacolo viveva invece in una piega pop fantasy, dove i vampiri e altre creature della notte hanno rappresentato una legittima minaccia, lasciando un ampio spazio per le gag. Questo però non è il caso della quarta stagione e dell'episodio “Hush”, che vede arrivare a Sunnydale un gruppo di spaventosi demoni vestiti in modo elegante e chiamati Gentlemen. Questi portano il caos nella cittadina rubando le capacità di parlare e iniziando a uccidere e creare il caos. Derubato del suo dialogo, lo spettacolo si trasforma come per magia in un orrore muto della durata di 40 minuti. Il cast si è trovato a fronteggiare delle creature che sembrano uscite direttamente dal 1920. I fan di FW Murnau apprezzeranno sicuramente i rimandi al regista tedesco dell'horror espressionista, ma tutti gli altri dovranno indietreggiare dinanzi ai 40 minuti più spaventosi mai prodotti in una serie tv. 

“Home”- X-Files

A causa del fatto che le serie tv ora sono caratterizzate da una violenza grafica incredibile, è difficile immaginare un episodio più spaventoso e scioccante di Home, andato in onda ormai nel lontano 1996. La scelta di produrre questo episodio ha permesso a X-Files di salire ai vertici della fama e vede gli agenti Mulder e Scully indagare sulla morte di un bambino orribilmente deforme. Tutta l'indagine servirà per scoprire un mistero che coinvolge una casa isolata in campagna e i killer, una famiglia consanguinea che vive lì. E' possibile descrivere l'episodio con “Mulder e Scully vs The Texas Chainsaw Massacre”, ma sarebbe deviante in quanto il fatto non è ambientato in Texas, però dovrebbe darvi un'idea della natura agghiacciante e grottesca di ciò che scoprono. Ogni fan di X-Files si ricorda ancora quando Mulder e Scully controllavano sotto quel letto e si tirano indietro quando sentono le risa di Johnny Mathis dire: “Meraviglioso! Meraviglioso!”. Ancora oggi lo shock procurato da quella casa è come un pugno nello stomaco. 

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA