questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Universal: da Tom Cruise a Brad Pitt, passando per Filmauro

Attualità, Interviste, Personaggi

28/11/2012

Stiamo attraversando un momento di crisi economica che condiziona la frequenza del pubblico che sceglie di andare a vedere solo i grandi eventi, tagliando i film medi che in altri periodi avrebbe preso in considerazione. Una crisi che viene ulteriormente alimentata dalla iper-concentrazione del prodotto che taglia le gambe proprio ai film più piccoli che non hanno budget e che avrebbero bisogno di un buon passaparola, ma il passaparola viene annullato dal fatto che questi film performando poco vengono smontati immediatamente da un mercato che deve smaltire un numero impressionante di titoli. Insomma è la storia del cane che si mangia la coda e che ci rimanda al problema che sta a monte: non far uscire i film in estate provoca il sovraffollamento autunnale e invernale.

Quindi se il mercato non tira non è solo un problema di titoli?

Talvolta si scaricano sul prodotto delle responsabilità che non ha e che derivano in buona parte da questa stortura del mercato che impedisce ad una gran parte dei titoli di essere recepiti dal pubblico. A questo si aggiunge talvolta anche una distribuzione approssimativa, con continui spostamenti di date, accavallamenti, affollamenti e con scarsa attenzione al quadro della concorrenza.

Quali sono le priorità per correggere questa situazione?

L'estate è in assoluto il problema maggiore, inoltre va razionalizzato per quanto possibile il calendario delle uscite di tutto l'anno. Andrebbe creato un palinsesto, ma prima dobbiamo chiarirci le idee all'interno della nostra associazione dei distributori.

Si potrebbe dire che se quest'anno ci fosse stata una migliore programmazione dei film avremmo guadagnato qualche punto di percentuale?

Mi azzarderei a dire che invece di una perdita a due cifre avremmo pareggiato i risultati del 2011.

Come sta procedendo l'accordo con Filmauro?

Io penso che sia un buon connubio.Non vedo l'ora che esca il primo film, Colpi di fulmine, poi andremo a ruota a lavorare su tutti gli altri. Non è la stessa cosa che produrre o coprodurre però a livello commerciale ci rafforza e ci garantisce maggiore visibilità.

Che succede al progetto della Festa del Cinema?

Ci stiamo lavorando per una data approssimativa a giugno che serva anche a lanciare l'estate. A questo proposito stiamo collaborando con il Ministero dell'Educazione ad un progetto di tessera per studenti, che verrà legato anche alla festa del cinema, con poste italiane come sponsor.

Come si presenta il listino Universal del primo semestre 2013?

Dopo il film natalizio Colpi di fulmine di Neri Parenti, da cui ci aspettiamo moltissimo, a gennaio usciremo con tre film. Il primo, in uscita il 3 gennaio, è Jack Reacher La prova decisiva, diretto dal premio Oscar Christopher McQuarrie e interpretato dal sempre più bravo Tom Cruise nel ruolo di uno stravagante ex militare che affronta una complessa indagine parallela sulla presunta uccisione di cinque persone da parte di un soldato. A seguire Zero Dark Thirty di Kathryn Bigelow, vincitrice di 6 Oscar per Hurt Locker, un film di grande intelligenza e durezza, che racconta la cattura di Bin Laden, ma a differenza di Code name: Geronimo non si esaurisce sull'azione vittoriosa dei Navy Seals, ma allarga lo sguardo alla lunghissima caccia, alla dimensione umana, psicologica, politica di una missione delicatissima oltre ché rischiosa, di cui fino all'ultimo non c'è nessuna certezza. Altro grandissimo film, ed a mio parere molto commerciale, è Flight con l'interpretazione superlativa di Denzel Washington che sicuramente otterrà una nomination, nel ruolo di un pilota d'aereo molto controverso, che riesce a salvare l'aereo da uno schianto, A proposito di nomination, ne prevedo almeno altre due per Hugh Jackman e Russell Crowe per I Miserabili, ultimo film di gennaio, un film che re-inventa il musical con attori strepitosi che per la prima volta nella storia di questo genere non cantano in playback ma in presa diretta. Poi, a febbraio, un' altra grandissima interpretazione, questa volta di Keira Knightley per Anna Karenina, in cui l'attrice si riunisce al regista di Espiazione e Orgoglio e pregiudizio, Joe Wright, in una messa in scena dal sapore felliniano dove la piece teatrale si intreccia con esterni e scenografie estremamente elaborate che ricordano vagamente Baz Luhrman di Moulin Rouge. A febbraio abbiamo altri due film, una commedia di Judd Apatow, This is 40, e successivamente un autentico blockbuster d'azione The man with the iron fists, L'uomo con i pugni di ferro, diretto dal rapper RZA, con un eccezionale Russell Crowe in una pellicola molto originale dove le arti marziali si mescolanio allo splatter. Poi andiamo a finire a fine marzo con G I Joe Retaliation, un nuovo capitolo della saga dei G I Joe con Bruce Willis che si aggiunge al cast del precedente (Dwayne Johnson, Channing Tatum etc.). Ai primi di aprile abbiamo un altro blockbuster, Oblivion di Kosinski con Tom Cruise, un action di fantascienza che definirei un Tron che incontra Guerre stellari. Il 18 aprile invece uscirà About time di Richard Curtis, il regista di Notthing Hill e Love actually, alle prese con una love story con un pizzico di fantascienza, visto che racconta la storia di un ragazzo che viaggia nel tempo e si innamora di una ragazza che vive in un'altra epoca.

Ed i titoli Filmauro?

A questi film vanno aggiunti i titoli Filmauro, a partire dal natalizio Colpi di fulmine, per seguire con Jobs get inspired di Joshua Michael Stern con Ashton Kutìcher, storia del mitico fondatore della Apple, Tra marzo ed aprile arriverà Il terzo tempo dell'esordiente Enrico Maria Artale, la storia di un ragazzo disadattato agli arresti domiciliari e del suo rapporto con il suo sorvegliante, che finisce per farlo entrare nella sua squadra di rugby. Poi tra gli altri titoli Filmauro, The last stand di Kim Ji-Woon con Arnold Schwarzenegger, ed i nuovi film italiani di Verdone, Veronesi e Luca e Paolo.

Cosa farete uscire nel periodo estivo?

Partiamo il primo maggio con Pain and and Gain prodotto e diretto da Michael Bay, e interpretato da Mark Wahlberg e Dawyne Johnson nel ruolo di due body builder che vengono coinvolti in un giro di rapimenti, estorsioni etc. Sempre a maggio uscirà Thief Identity di Seth Gordon e il 26 maggio Fast and furious 6, ambientato questa volta in Europa, e con un cast stellare, compresi alcuni personaggi del primo e del secondo capitolo. A fine maggio il thriller Mama, e nel primo week end di giugno Star Trek Into Darkness. Siamo andati sul set qualche settimana fa ed il regista J J Abrams ci ha spiegato che sta trasformando radicalmente la saga, con una nuova nave stellare, nuovi mondi e una radicale trasformazione dei personaggi, con un impianto visionario semplicemente impressionante. A giugno arriverà World War Z con Brad Pitt, il nostro grande film dell'estate e sicuramente uno dei film più importanti della stagione. Infine a luglio RIPD (Rest in Peace Department) storia di un gruppo di poliziotti che deve arginare il ritorno di criminali morti che tornano in vita. Dei mesi successivi ne parleremo a Riccione.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA