questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Da Paranormal Activity ad Anarchia - La Notte del Giudizio, intervista al produttore Jason Blum

Attualità, Interviste, Personaggi

27/06/2014

Il 23 Luglio arriva nelle sale italiane l’intenso thriller Anarchia - La Notte del Giudizio, diretto da James DeMonaco ed interpretato da Frank Grillo, Zach Gilford, Kiele Sanchez, Michael K. Williams e Carmen Ejogo. Sequel del primo film La Notte del Giudizio, in cui il protagonista principale era Ethan Hawke, questo nuovo lungometraggio dell'Universal Pictures, racconta un’America inquietante e violenta, sulla quale governano i cosiddetti Nuovi Padri Fondatori. La società ha raggiunto un apparente livello di perfezione, senza più crimine e disoccupazione, ma c’è un piccolo imprevisto. Una notte all’anno la città viene messa in quarantena, la gente per bene deve barricarsi in casa e resistere fino all’alba del giorno dopo, poiché ogni azione illegale diventa legale per dodici ore.

Il produttore Jason Blum ha incontrato la stampa italiana, questa mattina a Roma, per parlare di questo suo nuovo progetto e della sua carriera, che conta una discreta serie di successi, soprattutto nel genere thriller e horror. Infatti egli ha portato sul grande schermo il chiacchierato franchise di Paranormal Activity, lo spaventoso Sinister e il recente Insidious, dimostrando che la creatività e la professionalità possono creare un ottimo prodotto anche con un budget ridotto. “Penso che i nostri film abbiano un gusto particolare, a seconda del budget che non va mai sopra i 4-5 milioni di dollari che ci permette una libertà creativa totale” ha dichiarato Blum, aggiungendo che “A Hollywood si pensa che con un low budget si può lavorare solo con registi emergenti, invece per noi non è così. Noi diamo ai registi un controllo creativo totale, e anche questo è una cosa insolita per Hollywood”. 

La Blumhouse Productions, con sede a Los Angeles, ha lavorato fino ad oggi con registi bravi, ma non sedotti ancora da Hollywood, come James Wan che, prima di Insidious aveva diretto soltanto Saw come film di successo, e oggi è impegnato nella realizzazione del grande blockbuster Fast and Furious 7. “Abbiamo dato il via alla sua fama, io cerco di relazionarmi sempre con i registi che hanno fatto almeno un film interessante nella loro carriera, ma che non sono ancora molto considerati da Hollywood” ha sottolineato Blum, spiegando il processo di selezione dei registi per i suoi film. Dopo aver mosso i primi passi nel settore della produzione cinematografica lavorando per i fratelli Weinstein dal 1995 al 2000, Blum è riuscito a creare una sua realtà, che riesce a realizzare film commercialmente soddisfacenti, spendendo appena 5 milioni di dollari. E questo suo talento a Hollywood, viene in parte apprezzato e, in parte minacciato. “Alcuni pensano che noi diminuiamo la qualità del cinema, lavorando in questo modo, e che non dovremmo essere trattati come gli altri”.

Ma, nonostante le critiche, Anarchia  - La Notte del Giudizio è qualcosa di nuovo, un film di azione e suspance con un cast discreto, che lancia un messaggio sicuramente forte e dal tono provocatorio. Come una moderna versione del classico “I Guerrieri della Notte” del 1979, questo film “parla del rapporto dell’America con le armi. Quando succede qualcosa negli Stati Uniti si vendono più armi. L’idea è splendida per un film e pessima per la società. Mostrare la violenza può essere negativo per i giovani, ma non c’è altro modo per lanciare questo messaggio, per far discutere le persone e forse assistere all’inizio di un cambiamento positivo” ha affermato Blum, spiegando il suo punto di vista sulle polemiche che riguardano il provocante ed esplicito tema del film. “E’ strano ma in Europa la gente comprende meglio il messaggio del film, rispetto al pubblico americano. Inoltre, mentre il primo film è vissuto più in ambiente domestico, questo si svolge per il 90% all’esterno, per le strade, e la gente vive in prima linea cosa succede durante il famoso Sfogo annuale. Ovviamente per le numerose scene in esterni, questo secondo film è stato più costoso del primo, come quasi tutti i sequel di solito”. Blum confessa poi di voler fare altri film de La Notte del Giudizio, raccontando magari la storia dei rivoluzionari guidati da Carmelo, forse con un prequel.

Da Paranormal Activity, ad Insidious, fino a La Notte del Giudizio, i film prodotti da Blum hanno spesso un remake, un sequel o un reboot, proponendo una serie di racconti seriali, ai quali il pubblico si è abituato guardando la tv. “Penso che il lavoro in tv sia migliorato molto. Io sto lavorando a tre serie tv e c’è molto lavoro in tal senso, come una alternativa al cinema, in aggiunta al cinema. E’ divertente fare un film concentrandosi sulla storia con 90 minuti a disposizione, mentre in tv hai più tempo ed è divertente”. Infine, dando uno sguardo ai suoi prossimi progetti, Blum ha dichiarato: “Non faremo solo horror. Per esempio uscirà prossimamente ‘Whiplash’ , film che ha aperto il Sundance Film Festival di quest’anno. E poi ‘Jem e le Holograms’, importante e molto famoso in tutto il mondo. Il regista è John M. Chu che è un vero appassionato, e ha chiesto lui stesso alla Hasbro di poter fare il film. Ha scritto la sceneggiatura e alla fine abbiamo convinto insieme la Hasbro. Lo abbiamo finito un mese fa e ne sono molto contento. Nel cast ci sono anche Juliette Lewis e Molly Ringwald. Michael Bay non ci credeva, ha prodotto i due film de La Notte del Giudizio e altri, ma non ha fiducia nel low budget, ma io sono bravo a convincere le persone”. 

 

Scritto da Letizia Rogolino
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA