questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Da Cannes agli Oscar: i probabili candidati scelti da Variety

Attualità

23/05/2015

Forse è decisamente presto parlare di Oscar con nove mesi di anticipo, ma Cannes, Venezia, Toronto sono da sempre i trampolini di lancio dell’Academy, pertanto a Festival chiuso, almeno come proiezioni, Variety sceglie cinque titoli destinati, molto probabilmente, ad entrare nella rosa dei candidati alla statuetta. Il primo ovviamente è Carol di Todd Haynes, in uscita negli States guarda caso a dicembre, una drammatica storia di amore lesbo ambientata nella New York degli anni 50. Variety lo dà per certo come candidato a miglior film, miglior regia, miglior sceneggiatura (Phyllis Nagy ha impiegato 15 anni per adattare lo scandaloso romanzo di Patricia Highsmith del 1952). e miglior protagonista femminile (Cate Blanchett che otterrebbe la settima nomination della sua carriera). Altro titolo supercerto è la pellicola animata Inside Out, che sicuramente rientrerà nella categoria dei film d’animazione ma che potrebbe figurare tranquillamente anche in quella principale di miglior film. Anche il drammatico Sicario del canadese Denis Villeneuve potrebbe entrare nella partita, non tanto in quella del miglior film, quanto per la splendida interpretazione della protagonista Emily Blunt, l’agente dell’FBI che si trova al centro di una guerra tra narcotrafficanti e polizia. 

L’altro film indicato, questa volta nella categoria dei film stranieri, è l’ungherese Son of Saul dell’esordiente Laszlo Nemes, uno dei film più amati dalla stampa di Cannes, una sorprendente pellicola in b/n sull’Olocausto, che quasi certamente rientrerà nei Palmarès. Son of Saul è stato acquyistato dalla Sony che lo distribuirà a novembre negli Stati Uniti. 

Variety non lo menziona, ma lo aggiungiamo noi Youth La Giovinezza del vincitore dell’Oscar dell’anno passato Paolo Sorrentino che è stato acquistato dalla Fox Searchlight per un’uscita strategica a fine anno negli Usa. Youth non può partecipare nella categoria dei film stranieri, in quanto è stato girato in lingua inglese, ma la nomination per Michael Caine è una scommessa vinta. 

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA