questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Cosa ne pensa il mondo del nuovo film di Polanski?

Attualità

13/11/2013

Dopo la presentazione in anteprima al Festival di Cannes di quest’anno, il 14 Novembre arriva nelle sale italiane Venere in Pelliccia, il nuovo film diretto da Roman Polanski e interpretato da Emmanuelle Seigner e Mathieau Amalric. Ispirato al romanzo erotico di Leopold Von Sacher-Masoch del 1870, il film è l’adattamento cinematografico del famoso spettacolo teatrale omonimo di David Ives. In un teatro parigino avvolto dalla foschia, l’ autore e regista dello spettacolo Venere in Pelliccia non riesce a trovare la sua protagonista, dopo aver effettuato numerosi provini, fino a quando non arriva una bella donna sotto la pioggia, che lo convince a vedere la sua interpretazione di Vanda anche se il tempo per i provini è terminato. Per un’ora e mezza nella stessa stanza un uomo e una donna mostrano una serie di giochi di ruolo, costruendo un rapporto in cui si avverte una crescente tensione sessuale, ma anche un che di comico e umoristico. “Venere in Pelliccia è un film giocoso, anche se di tanto in tanto il regista ha la mano pesante sullo spirito dei giochi di ruolo nel tema sessuale, quei giochi che tutti facciamo, tra illusione e realtà, dirigendo l’atto sessuale” ha scritto The Guardian, d’accordo con The Playlist per la stampa internazionale.

A due anni da Carnage, presentato con successo al Festival di Venezia, Polanski torna con un film che si concentra sulla lotta tra i sessi e la lotta di classe e che, anche se attinge al teatro “non diventa troppo teatrale, poiché Polanski utilizza molti primi piani e conserva l’azione in movimento”, come afferma Jordan Hoffman di Film.com. Anche il The Hollywood Reporter ha fatto una recensione positiva di questo film, scrivendo: “C'è un tocco magistralmente leggero in questo lavoro, sia da parte del regista, sia da parte dei suoi due splendidi attori. Mettono in scena questa opera da camera, dando al testo denso una maggiore parvenza di pesantezza intellettuale e trasgressione sessuale rispetto a quella che contiene originariamente”. Mentre in Carnage, due coppie di ritrovavano rinchiuse per tutto il film nella stessa stanza per chiarire un avvenimento nato dallo scontro tra i rispettivi figli, in Venere in Pelliccia Polanski chiude solo due individui, un uomo e una donna, mostrando ancora una volta la sua invidiata capacità di sostenere un film sul dialogo, sulla sceneggiatura e un’atmosfera suggestiva che non ha bisogno di altre distrazioni per coinvolgere lo spettatore.

Egli riesce a mostrare sul grande schermo quella che Variety ha definito come “una battaglia deliziosamente intricata di ingegno e di volontà, in cui la questione di chi sta dirigendo / seducendo /torturando, rimane un costante mutamento aperto all’interpretazione”. Il tutto però è attraversato da con una forte vena ironica ed erotica, infatti il Telegraph scrive: “Questo è un tipo di commedia per tutto il tempo che dura, ma non è mai abbastanza qualcosa di più. Le cose possono diventare intrigate davanti alla telecamera, ma si può intuire Polanski in agguato dietro di essa in tutto, sempre pronto con la sua giusta parola. Taglia!”Venere in Pelliccia esce nelle sale il prossimo 14 Novembre, distribuito dalla 01 Distribution.

 

Scritto da Letizia Rogolino
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA