questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Colpo di Fulmine: Svetlana Kevral

Attualità, Interviste, Personaggi

15/12/2010

Ne La bellezza del Somaro è impossibile non notarla nel ruolo da caratterista della statuaria e algida colf di casa Sergio CastellittoLaura Morante: l’attrice russa Svetlana Kevral colpisce lo spettatore e non solo per la sua avvenenza, ma per una presenza scenica che, in qualche maniera, mostra chiaramente le reminescenze degli studi teatrali e dell’amore per Cechov. Chiamata dal protagonista ‘l’ingegnere’, Cornelia, questo il nome del personaggio, è un po’ Frau Blucher di Frankestein Jr., un po’ la donna con i piedi per terra che guarda con disprezzo i “simpatici cialtroni” protagonisti della commedia scritta da Margareth Mazzantini per prendere in giro la borghesia presuntamente illuminata del nostro paese. Nata nei dintorni di Mosca, l’attrice russa vive da vent’anni in Italia e ha studiato alla scuola di Carmelo Bene. “Un ruolo divertente che ha anche una sua tragicità.” Spiega “E’ un’ingegnere costretta a fare un altro lavoro e che è costretta a indossare una maschera. Del resto oggi la vita dell’Italia è determinata dalle badanti e dalle colf che stanno cambiando il paese. Nel dizionario psicopatico i lavori semplici e quotidiani sono indicati come quelli che fanno realizzare le proprie idee”.

I matrimoni misti stanno anche cambiando l’Italia..,

E’ vero: io stessa sono stata sposata con un italiano con cui sono rimasta in ottimi rapporti: l’Italiano cerca più la donna che lo ascolta e lo capisce. Le donne in Italia stanno diventando troppo indipendenti e i maschi, sentendosi un po’ inferiori, vanno a cercare un’altra donna che lo ascolti e lo capisca.

E il femminismo?

Questo è un altro discorso. Le conquiste sociali sono una cosa, l’essere maschi e l’essere femmine un’altra. L’essere donna ha una sua fragilità che non può essere rinnegata. Voi Italiani dovreste chiedervi cosa cercate davvero nelle donne…

Lei non crede che le donne russe abbiano un senso materno molto simile a quello delle italiane?

Sì, perché la famiglia è molto importante per noi: soprattutto avere dei figli è una questione fondamentale, perché li vogliamo presto quando è ancora possibile averli e non certo aspettare chissà quando. Tutti gli immigrati in Italia hanno dei figli piccoli, perché sanno che è la cosa più importante, mentre gli Italiani attendono di avere un budget…

Scritto da Marco Spagnoli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA