questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Cio’ che e’ nuovo e’ indimenticabile

15/09/2008
La frase del grande filosofo francese, Gilles Deleuze, ben rappresenta la scelta dei film presentati quest'anno alla 65° Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Tanti autori, molti noti altri nuovi, e ben 4 film italiani in concorso. Appuntamento al Lido dal 27 agosto al 6 settembre.

Per il primo anno del suo secondo quadrienno come Direttore della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, Marco Müller, punta sul cinema del nostro Paese (già lanciato dal Festival di Cannes) il più numeroso a livello di titoli, seguito dalla Francia, Usa (con moltissimi titoli che provengono dal cinema indipendente americano), Giappone (con ben due film di animazione in concorso, di cui uno del grande maestro Hayao Miyazaki), Brasile, Algeria, Cina, Etiopia, Messico, Russia, India, Iran, Turchia, Germania e le Filippine (cinematografia assente da anni al festival). "Ci siamo proposti - ha affermato il direttore - di smettere, una volta per tutte, di guardare al cinema come a una bussola infallibile. Non volevamo più chiedere al cinema di salvarci da un presente problematico, ambivalente, ambiguo: toccava a noi, invece, starci dentro, non saltare i nuovi problemi (artistici e oltre) che pone l’epoca in cui ci è dato vivere. Un’epoca contraddistinta da una profusione sempre rinnovata d’immagini. Senza che, in fondo, ci sia poi più tanto da vedere". Quindi mai come quest'anno apertura al nuovo, a cominciare da un evento simbolico ma fondamentale, ovvero il 28 agosto la deposizione della prima pietra a significato del nuovo Palazzo del Cinema che sarà terminato nel 2011 e avrà ben 3 sale di diverse dimensioni.
Scritto da ADMIN
VOTO
 

LA PROSSIMA SETTIMANA