questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Cinema: Protti, 2011 di transizione verso un forte 2012

Trade

06/07/2011

"Questo è un anno di transizione, cominciato con una forte flessione che poi è stata in parte riassorbita. Ora, grazie all’arrivo di Harry Potter e di altri film che usciranno nei prossimi mesi e di cui stiamo vedendo le anticipazioni qui a Riccione, contiamo di registrare altri buoni risultati. Sarà, credo, difficile tornare al livello record del 2010, che ha visto superare i 120 milioni di spettatori, risultato che non si otteneva da oltre quindici anni, ma possiamo considerare il 2011 un anno di transizione, nella prospettiva di un forte 2012”. Così Paolo Protti, presidente di Agis e Anec, comincia il suo bilancio dell’edizione estiva delle Giornate Professionali di Cinema, che si sono aperte al Palazzo dei Congressi di Riccione il 4 luglio, e che si chiudono oggi.
“Quello che è mancato nella prima parte dell’anno – continua Prottiè un prodotto americano capace di coinvolgere il pubblico. In compenso, i film italiani continuano a raccogliere un confortante successo. Inoltre, quello che stiamo vedendo qui a Riccione ci convince che la produzione Usa sta riprendendo quota anche dal punto di vista dei contenuti, oltre che della spettacolarità. E ciò ci induce a sperare bene per il 2012. D’altra parte, quest’anno va considerato di transizione anche per la difficile situazione economica. Ora le cose sembrano migliorare e stabilizzarsi. Noi intendiamo lavorare per mettere insieme le forze di tutto il cinema, esercizio, produzione e distribuzione, in modo da poter creare un rapporto positivo con le istituzioni e con il mercato. Abbiamo già dimostrato che insieme possiamo ottenere risultati efficaci. Questa è la strada”.
Poi Protti affronta il tema del 3D per dire che “il calo degli incassi quest’anno è stato determinato in modo significativo dalla flessione del 3D. Ciò dimostra quanto ho sempre pensato di questa tipologia di prodotto: non è la soluzione del problema ma può rappresentare un fattore di crescita importante a patto che si rispetti il pubblico. Bisogna che l’industria non inflazioni le uscite ma scelga di immettere sul mercato solo quei film che sono pensati e realizzati per il 3D”.
E, naturalmente, dal 3D il discorso passa alla digitalizzazione delle sale: “La vera, grande opportunità del 2012 è offerta da una autentica digitalizzazione delle sale, di tutte le sale – sottolinea il presidente di Agis e Anec -. La digitalizzazione deve infatti comportare la possibilità di una vera e forte programmazione annuale che consenta anche di utilizzare una molteplicità di prodotti, senza mai penalizzare il film che resta il nostre core business. Per fare ciò le istituzioni ci devono sostenere con incentivi economici e fiscali”.
Infine, si torna da dove si è partiti, le Giornate Professionali di Riccione: “Devo essere sincero – dice Protti -. Per me Riccione rappresenta una grandissima soddisfazione. Il risultato è sotto gli occhi di tutti: c’è una presenza della professione cinema che va oltre le nostre migliori previsioni. E’ una piccola, grande lezione quella che si conferma qui: ritrovarsi insieme a conoscere il nuovo prodotto è fondamentale. Il mio augurio è dunque che l’appuntamento estivo si stabilizzi. La struttura del Palazzo dei Congressi si è dimostrata all’altezza delle nostre esigenze. Ora vanno intensificati i rapporti con le istituzioni locali, che pure mi sono sembrate molto soddisfatte”.

VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA