questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Ci vuole un fisico ‘bestiale’… Intervista a Michael Stuhlbarg, protagonista di A Serious Man

Interviste, Personaggi

09/12/2009

“La più grande sfida per me in questo film è stata quella di riuscire a spiegare in maniera convincente le leggi della fisica davanti ad una platea interamente composta da giovani e da studenti". Michael Stuhlbarg è il protagonista di A Serious Man dei fratelli Coen dove interpreta il fisico alle prese con una tempesta personale e familiare che sembra arrivare quasi a schiacciarlo. Attore di teatro e di televisione, Stuhlbarg è il protagonista anche di Boardwalk Empire la nuova serie prodotta e diretta da Martin Scorsese “Quando ho fatto l’audizione con loro sono scoppiati immediatamente a ridere e questo atteggiamento mi ha fatto pensare di trovarmi sulla strada giusta per potere lavorare con loro. Un attore, infatti, non ha mai un’idea precisa di come sarà davvero lavorare con questo o quell’altro cineasta. Ridere è una cosa che, invece, riesce immediatamente a farti stringere un legame con delle persone intelligenti e in gamba come i Coen".

In qualche maniera lei e i Coen siete molto vicini…

Veniamo dallo stesso tipo di famiglia e di educazione ebraica: abbiamo frequentato la scuola ebraica al pomeriggio e, in un certo senso, viviamo con una certa nostalgia gli eventi raccontati in questo film che fanno riferimento ad un passato che, oggi come oggi, non esiste più.

 

Lei ha lavorato in serie come Ugly Betty e Damages: in televisione c’è maggiore spazio per una ricerca approfondita dei personaggi come nel cinema dei Coen…

In televisione c’è meno tempo e a fronte di questa sua giusta considerazione, però, c’è da dire che al massimo, quando sei fortunato, hai tempo per una singola prova prima di girare. Per chi come me viene dal teatro, questo è davvero troppo poco.

Cosa significa per lei fare teatro?

Sono stato molto fortunato ad avere trovato sempre dei ruoli molto interessanti a teatro, mentre al cinema e in televisione ho avuto difficoltà perché non essendo famoso, le Star hanno sempre una maggiore facilità ad avere i ruoli per loro. I Coen, infatti, volevano trovare un attore che non essendo famoso, lasciasse una maggiore capacità di identificazione per il pubblico.

 

Parliamo di Martin Scorsese…

Avevo già girato con lui uno spot televisivo e l’ho ritrovato molto attento ed energico come sempre. E’ un uomo carismatico che sa quello che vuole e che parla sempre molto veloce. E’ un regista innamorato del cinema italiano che ti regala i Dvd delle pellicole che preferisce come La Dolce Vita, Il postino, Nuovo Cinema Paradiso e Il Mafioso.

 

Scritto da Marco Spagnoli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA