questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Christian Bale torna a lavorare con il regista di L’uomo senza sonno

Attualità

10/02/2011

Dopo The Machinist (L’uomo senza sonno), Rescue Dawn e The Fighter, Christian Bale ha più che provato che è l’uomo più abile a perdere peso della storia del cinema. Régime drastique, dietra drastica, afferma ironicamente il sito Allociné è diventata una formula ordinaria del suo vocabolario. Vi ricordiamo che per L’uomo senza sonno di Brad Anderson il bel Christian perse oltre 25 chili per rimetterli poi in breve tempo per girare Batman Begins di Christopher Nolan. Ora per The Fighter, per il quale è candidato all’Oscar come Migliore Attore non Protagonista, ne ha persi dodici. Per interpretare il fratello tossico di Mark Wahlberg.

Ma ora la notizia è che Bale tornerà a lavorare con Anderson nel nuovo progetto di quest’ultimo dal titolo, Concrete Island, una storia che narra di una sorta di moderno Robinson Crusoe. E anche in questo caso è alle porte una nuova necessità di perdere peso. Bale è l’invidia di molte donne. Sotto svariati punti di vista.

In attesa di vedere come andrà la sera del 27 febbraio 2011, la Notte degli Oscar, Bale è già da tempo in sala pesi per mettersi in forma per la preparazione del suo nuovo Batman in The Dark Knight Rises sempre diretto da Nolan. In Concrete Island sarà un uomo solo che vive su di un’isola artificiale situata nel mezzo di una autostrada, il tutto a seguito di un incidente stradale. La pellicola, come annunciato, si presenta come una versione del tutto attualizzata di Robinson Crusoe e questa annotazione ha senso per svariate ragioni.

Una perché la sceneggiatura è di Scott Kosa, adattata da un romanzo di James Graham Ballard, autore di L’Impero del Sole, dal quale nel 1987 Steven Spielberg ne trasse l’omonima pellicola, interpretata da un ragazzino di nome Christian Bale, che con questo film debuttò nel mondo del cinema. Inoltre perché sarà diretto da Brad Anderson, sette anni dopo il suo straordinario e allucinante The Machinist.

Il Metodo Bale?
Guardando da vicino The Machinist e Concrete Island presentano alcune similitudini, sarà per la questione che entrambi parlano di sopravvivenza, di una follia che coinvolge il protagonista e poi c’è la questione, di cui parlavamo all’inizio, della perdita di peso. Chiaramente che il personaggio sia magro, e abbia un determinato fisico non è mera questione estetica ma fondamentale questione di contenuto. A questo punto, alcuni hanno ipotizzato che esista un ‘Metodo Christian Bale’ ovvero che l’attore 'restistuisce', una volta conosciuto il soggetto, l’atmosfera, le caratteristiche del romanzo al quale si deve avvicinare, del regista con il quale deve lavorare tenendo conto – per la sua preparazione - di quando iniziano le riprese, vista l’agenda (alquanto fitta di impegni) di questo grande interprete. Questa sua disciplina, abnegazione, nell’entrare a fondo, con tutto se stesso, in tutti i personaggi che interpreta - pensiamo anche al Melvin Purvis di Nemico Pubblico di Michael Mann – ha fatto sì che sia nata la stesura di quello che è stato definito Metodo Bale. Un approccio al lavoro che lo avvicina sempre di più ad una leggenda del cinema mondiale come Robert De Niro... basta pensare al lavoro fatto per Toro scatenato, e si può ben capire a che cosa si riferiscono quando si parla di calarsi totalmente in un ruolo.

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA