questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Cecchi Gori perde le sue sale. Sul mercato il cinema Adriano e altre 10 sale

27/11/2009

La Procura e il Tribunale civile di Roma hanno autorizzato Lodovico Zocca, custode giudiziario e liquidatore della "Cecchi Gori Cinema Spettacolo" (CGCS) a cedere la proprietà del più famoso cinema di Roma la sala «Adriano» e altre 10 sale e la loro gestione. Valore dell'affare è 59,5 milioni di euro, somma che la Global Media di Vittorio Ferrero (dopo aver già versato un acconto di 3 milioni, a cui seguiranno altri 7 milioni di euro alla firma, entro fine dicembre, del preliminare) si è impegnata a versare al custode giudiziario della CGCS per aggiudicarsi la proprietà delle sale cinematografiche del circuito romano di Vittorio Cecchi Gori.

Nel frattempo, Vittorio Cecchi Gori avrebbe già pronto il ricorso contro il via libera alla cessione da parte di Procura di Roma e Tribunale.

La crisi del gruppo, che si trascina ormai da due anni, si era aggravata con l'arresto di Cecchi Gori all'inizio dell'estate 2008. Cecchi Gori era finito nei guai per il fallimento della Safin Cinematografica: un crac da 24 milioni di euro che gli era costato un' accusa di bancarotta. Il processo per il fallimento della Safin, che gestiva le sale cinematografiche, tra cui il cinema Adriano a Roma, era iniziato mentre si avviavano anche le udienze per il fallimento della Finmavi, considerata la «cassaforte» del gruppo.

I lavoratori del cinema Adriano erano scesi in piazza a giugno e in ottobre perchè la multisala rischiava "di chiudere entro pochi giorni", lasciando senza posto di lavoro centinaia di dipendenti. Si prospettava la chiusura non solo dell'Adriano ma di "una gran parte delle sale storiche del circuito romano, con un grave danno per la città".

 

Fonte: Corriere.it

 

Scritto da ADMIN
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA