questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Cattivissimo Me: la recensione

Recensioni

08/10/2010

Tra un cattivo e antipatico e tre adorabili orfanelle ci va giù pesante la Universal con il suo primo film animato in 3D. Un protagonista brutto, cattivo e per giunta megalomane. Non gli manca niente a quel pallone gonfiato di Gru. Vuole addirittura passare alla storia con il crimine più folle che sia mai stato commesso: rubare la luna. Le tre orfanelle invece, uscite da un orfanotrofio a metà strada tra Dickens e la famiglia Addams (e con l'orrida e amabile, e tutt'altro che ingenua direttrice) arrivano come un raggio di sole: deliziose, ironiche, ubbidienti. Un amore di bambine. Due estremi, senza mezzi termini. Un cattivo, anzi cattivissimo, che conduce il gioco, e tre orfanelle semplicemente adorabili che hanno deciso di piantare le tende nella più improbabile delle famiglie. Questi gli ingredienti del cartone Cattivissimo Me (Despicable Me), uno dei maggiori successi dell'estate americana, in uscita in Italia il prossimo 15 ottobre. Gli sceneggiatori Ken Daurio e Cinco Paul (da un'idea originale di Sergio Pablos) non costruiscono un'idea originale in assoluto, piuttosto rileggono vari archetipi e personaggi, alcune idee provengono chiaramente da alcuni romanzi per l'infanzia e magari da altre pellicole (vedi Lemony Snicket, Il Grinch), puntando sulla nuova e più intrigante frontiera degli eroi negativi che nascondono un cuore d'oro.

Prodotto in Europa dall'ex numero uno di Fox Animation, Meledandri, il film è decisamente diverso dai vari Era Glaciale, anche se in comune c'è la ricerca azzeccata di un terzo protagonista, non decisivo nella trama, ma di grande impatto comico, vedi allora Scrat e adesso i Minions: irresistibili micro-robottini, destinati a conquistare il cuore dei più piccoli. Indirizzato ad un pubblico di bambini, i registi Chris Renaud e Pierre Coffin non perdono mai di vista il loro target, con un racconto fluido e perfettamente fruibile anche dai piccolissimi, condito di gadget potenti e costellato da numerosi colpi di scena, che fanno pensare a vil coyote. Insomma, c'è un nuovo eroe in città: cattivissimo.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA