questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Cars 2 domina anche in Italia

Attualità, Box Office

27/06/2011

Come prevedibile le macchine da corsa della Disney-Pixar conquistano il primo posto della classifica del week end. Con 2,7 milioni nei tre giorni e poco più di 4 nei cinque giorni dall'uscita, Cars 2 domina il week end anche nel nostro paese, sebbene con un risultato decisamente più modesto rispetto a quello americano. Un risultato che potrebbe far chiudere il film a 10-12 milioni, grazie principalmente alla minore competizione stagionale del mercato italiano, rispetto a quella americana, che permetterà al film di restare in programmazione ancora a lungo. Scende in seconda posizione con 417mila euro L'ultimo dei templari. Il thriller medievale con Nicolas Cage non sembra avere gambe molto lunghe e alla seconda settimana perde il 54% degli spettatori e totalizza 2 milioni complessivi. In discesa rapida anche I Guardiani del destino, terzo con circa 300mila euro ed un cumulo di poco più di 1 milione in due settimane. Resta in quarta posizione  la commedia esxtraconiugale Libera uscita, che in due settimane sfiora i 900mila euro. Scende in quinta posizione X-Men: L'inizio che in tre settimane supera i 2,5 milioni, seguito in sesta posizione dalla commedia Notte da Leoni 2 che invece, in cinque settimane porta a casa 9,2 milioni. Poco rispetto al risultato complessivo di Pirati dei Caraibi 4 che in sei settimane totalizzano 16,8 milioni di euro. Per trovare un altra new entry bisogna arrivare all'ottava posizione della classifica dove si piazza lo storico e illuminante The Conspirator diretto da Rober Redford con circa 100mila euro, seguito dalla allegra commedia francese Le donne del sesto piano che in tre settimane sfiora i 500mila euro complessivi. Chiude la classifica un altra new entry a metà strada tra action e cinema d'autore: 13 Assassini di Takashi Miike, che incassa 61mila euro. Esce dalla top ten The tree of life con un risultato complessivo di 2,6 milioni in sei settimane, sdoganando anche nel periodo estivo la programmazione d'autore. Per quanto riguarda i risultati degli altri titoli esordienti, non vale nemmeno la pena monitorarli visto che il ridottissimo numero di copie con cui escono confermano che nella maggior parte dei casi si tratta di pseudo-uscite 'tecniche' utili solo per incrementare il valore della pellicola sul mercato homevideo e televisivo.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA