questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Cannes: Paradise: Liebe dell’austriaco Ulrich Seidl

Attualità

18/05/2012

Quinto film in competizione, dopo il nostro Matteo Garrone con Reality di cui torneremo ampiamente a parlare, è Paradise: Liebe di Ulrich Seidl. Un regista per il quale documentario e finzione sono ‘due etichette interscambiabili”.

Dopo Import Export del 2007, Ulrich Seidl ritorna per la seconda volta al Festival di Cannes, con una pellicola che è il ritratto di tre turiste austriache alla ricerca dell’amore. Un film di finzione che gioca rifacendosi a numerose scene che Seidl ha precedentemente realizzato nei suoi documentari.

Uscito dalla Wiener Film Akademie, la più prestigiosa scuola di cinema austriaca, Seidl inizialmente si lancia nei film documentari. Nella sua filmografia troviamo Models ovvero la descrizione della vita di una modella pronta a tutto pur di riuscire a sfondare nel suo lavoro; The last real men che, invece, mostrava la solitudine di un single che ricerca la sua futura donna attraverso i cataloghi di modelle asiatiche. Infine, Animal Love, narra la dipendenza degli esseri umani che si ritrovano a vivere in simbiosi con gli animali. Un realismo, come nella maggior parte delle sue opere, che fa dire al regista: “Un film non deve essere ottimista ma autentico”. Un pragmatismo che si esprime benissimo sia nei documentari che nei lungometraggi di finzione.

Paradies: Liebe è il primo capitolo di una trilogia di tre donne che partono per il Kenya. Una di queste cerca l’amore di Dio, un’altra il turismo sessuale e la terza perde la sua verginità in una seduta di talassoterapia. Una finzione impregnata di realismo, tanto quanto il turismo sessuale è presente  - veramente - in alcune zone dell’Africa. Una volontà per il regista austriaco di rimanere autentico: “Ho sempre affermato – dice Seidl che non ci sono dei limiti tra il documentario e la finzione, ma in verità una c’è. Ma proprio per questo ho sempre cercato di aggirare questo limite girando documentari nei quali c’erano moltissimi elementi di finzione, e viceversa”.

Paradies: Liebe passerà al Grand Théâtre Lumière, venerdì 18 maggio, alle ore 16:00.

UNA CLIP DEL FILM

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA