questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Cannes: Marco Bellocchio su Bondi e il 3D

Attualità

20/05/2010

(Cannes) - Prima di tenere la “Lezione di Cinema” che ogni anno, tradizionalmente, il Festival affida ad un grande regista internazionale, Marco Bellocchio incontra la stampa e torna sulle polemiche degli ultimi giorni con il Ministro Bondi e il Governo rispetto ai tagli alla cultura e allo ‘strappo’ di Draquila. “C’è un’immagine dell’Italia e non si può fare di ogni erba un fascio. Uno può offendersi, ma può anche fare delle distinzioni. Il governo è sempre stato sospettoso nei confronti della cultura e questo perché, poveretti, pensano ancora che il cinema sia fatto dai comunisti e che la cultura appartenga sia qualcosa di sinistra... E’ utilizzando tali categorie che sia il cinema che la cultura vengono rigettati completamente". Bellocchio insiste sulle contraddizioni derivate da questa situazione “La distribuzione del film della Guzzanti deve essere stata felicissima della pubblicità ricevuta dal documentario…”

Il regista, che ha da poco terminato il progetto Sorelle che vede coinvolte, tra le altre, anche Donatella Finocchiaro e Alba Rohrwacher e che lo stesso autore emiliano pensa di sottoporre all’esame del Festival di Venezia, a proposito del 3D dice “Guardo con molta attenzione a questo fenomeno che, però, non conosco troppo bene dal punto di vista tecnico. Se un domani tutto il cinema sarà tridimensionale, ci potremo convertire anche al 3D e fare film con questo nuovo formato. Recentemente a Tokyo ho incontrato dei ragazzi che, per strada, giravano un piccolo film tridimensionale. E’ sicuramente una tecnologia che merita rispetto e di cui desidero sapere di più per conoscerne le reali potenzialità".

 

Scritto da Marco Spagnoli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA