questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Cannes: L’Exode: Soleil Trompeur 2 e Tender Son - The Frankenstein Project

Attualità, Eventi

22/05/2010

“L’Exode non tratta della vittoria dell’armata sovietica durante la II° Guerra Mondiale. E’ un film che mostra le condizioni nelle quali questa vittoria è stata conquistata. E’ un tentativo di risvegliare le giovani coscienze, mettendoli in un istante, al posto di quei soldati che hanno vissuto quella guerra nelle terrificanti condizioni in cui è avvenuta. E’ per questo che l’insieme del film è piuttosto amaro: ma dimenticare il prezzo che noi abbiamo pagato per questa vittoria sul nemico durante la II° Guerra Mondiale sarebbe davvero un crimine”. Nikita Mikhalkov

Nel 1994 uscì sugli schermi il suo film Il Sole Ingannatore. La pellicola ricevette l’Oscar come Miglior Film Straniero e Il Gran Premio della Giuria al 47° Festival di Cannes. Sedici anni più tardi, ecco qui il dittico composto da due lungometraggi distinti: L’Exode – Soleil Trompeur 2 e La Citadelle – Soleil Trompeur 3 la cui preparazione è durata otto anni.

1941. Sono passati cinque anni dopo che il destino del Generale Kotov e della sua famiglia sono irrimediabilmente cambiati. Nei primi giorni della guerra, Kotov scappa miracolosamente da un campo nel quale è detenuto. Considerato morto dall’amministrazione sovietica, Kotov è arruolato in un battaglione come soldato semplice e inviato al fronte. Sul campo di battaglia combatte contro i tedeschi senza risparmiarsi. Gravemente ferito, gli viene proposto di lasciare l’armata svariate volte. Ma Kotov che è convinto che sua moglie Maroussia e sua figlia Nadia siano morte in un campo di lavoro, preferisce lavorare al fianco dei suoi camerati. In realtà, la verità è un’altra... Le due donne sono vive. Nadia convinta che suo padre è ancora vivo e volendolo trovare diventa infermiera per l’armata russa e continua la ricerca di quest’ultimo attraverso tutti i Paesi.

1943. Il maggiore del KGB Arsentiev, che aveva fatto arrestare e condannare Kotov, riceve l’ordine di ritrovare il Generale da Stalin in persona. Arsentiev si ritrova a ricercare il suo vecchio nemico in un paese ormai devastato dalla guerra... E perché Stalin gli ha dato questo ordine dopo tutti questi anni?

L’Exode – Soleil Trompeur 2, ore 19.00, 22 maggio presso il Grand Théâtre Lumière.

Ultimo film in concorso a Cannes, l’ungherese A Frankenstein-terv. Con il suo quarto lungometraggio Tender Son - The Frankenstein Project, Kornél Mundruczo (35 anni) torna alla competizione cannense dopo Delta nel 2008. Si tratta del terzo film consecutivo del regista a figurare nella Selezione ufficiale, visto che Johanna fu proiettato nella sezione Un Certain Regard nel 2005. Prodotto da Proton Cinema in coproduzione con i tedeschi di Essential Filmproduktion e gli austriaci di KGP Produktion, e dalle strutture magiare Filmpartners e Laokoon Film, il film è venduto all'estero da The Coproduction Office. Tratto dal romanzo di Mary Shelley e dalla pièce teatrale scritta nel 2007 da Kornél Mundruczo e Yvette Bíró, The Frankenstein Project racconta il ritorno in famiglia di un ragazzo di 19 anni (Rudolf Frecska) che sta in collegio. Il giovane cerca di conquistare l'amore dei suoi cari, ma questo obiettivo si rivelerà più difficile del previsto e la tragedia è dietro l'angolo. La direzione della fotografia è stata affidata a Mátyás Erdély (Johanna, Delta, Before Dawn, The History of Aviation). Montes des Marches per Tender Son - The Frankenstein Project alle ore 22.00 del 22 maggio presso il Grand Théâtre Lumière.

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA