questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Cannes: Lawless di John Hillcoat con Tom Hardy, Shia LaBeouf, Jessica Chastain

Attualità, Clip, Foto

19/05/2012

Tom Hardy, Jason Clarke, Jessica Chastain, Shia LaBeouf, Mia Wasikowska, Guy Pearce, Dane DeHaan sono gli interpreti che hanno accompagnato il regista di Lawless, John Hillcoat, al Festival di Cannes, ricordiamo che nel cast vi sono anche Gary Oldman, Noah Taylor, Lew Temple. In concorso, accanto all’eccellente gruppo di attori e al regista vi è anche Nick Cave, grandissimo musicista, amico da una vita di Hillcoat e, per la quarta volta, sceneggiatore e collaboratore di un suo film.

Nel 1929, in piena epoca proibizionista, i tre fratelli Bondurant diventano noti in tutta la contea di Franklin, in Virginia, per aver ereditato dal padre il controllo del contrabbando di alcolici. A occuparsi in prima persona degli affari e dei rapporti con la malavita è il cinico e feroce Forrest (Tom Hardy), il maggiore dei tre, mentre Howard (Jason Carke) sembra disinteressarsi a ogni attività a causa dei fantasmi che continuano a tormentarlo dopo aver preso parte alla prima guerra mondiale e il piccolo Jack (Shia LaBeouf), amante del lusso sfrenato e delle belle donne, sogna di mettersi in proprio e rendersi indipendente da Forrest. Impegnati a respingere gli attacchi dell'agente speciale Charlie Rakes (Guy Pearce), i Bondurant finiscono con l'essere coinvolti in un susseguirsi di innamoramenti, tragedie familiari e omicidi che mandano in rovina l'impero costruito dal padre.

Lawless è tratto dal romanzo, The Wettest County in the World di Matt Bondurant, che originariamente era anche il titolo del film, cambiato poche settimane fa. E a proposito di quanto Nick Cave sia stato ispirato dal libro di Bondurant, il musicista/sceneggiatore ha dichiarato: “Ho amato immediatamente l’ambientazione del romanzo, ho amato la storia d’amore e di violenza eccessiva che vi sono dentro. La congiuntura di questi due elementi, che dovrebbero essere agli antipodi, mi ha veramente intrigato. Ci sono dei sentimenti e una violenza veramente crudi in questa storia. La violenza la trovo spesso ‘spiacevole’ al cinema. Ma ci sono modi in cui trattarla, come sa fare John Hillcoat, che la rendono appassionante e rinfrescante”.

Alla domanda se Hillcoat (che ricordiamo ha adattato, anche un altro celebre romanzo di un grande autore americano, lui che è australiano, ovvero The Road di Cormac McCarthy presentato al Festival di Venezia nel 2009) è stata suggestionato da Sergio Leone e il suo C’era una volta in America... Il regista ha risposto: “Io adoro Sergio Leone, come moltissimi altri registi del resto. Non ci ho pensato direttamente, forse a film finito, come pure a Bonnie And Clyde, soprattutto a livello della cinematografia e della storia. Il periodo in cui si svolge il mio film, sono i medesimi anni dei due film citati. Quindi quello che maggiormente mi interessava era comprendere in pieno che mondo era quello dell’America di quell’epoca e di quelle zone, in particolare”.

Lawless, in concorso, sarà proiettato, sabato 19 maggio, presso il Grand Théâtre Lumière alle 8:30, alle 12:00 e alle 19:00.

PHOTOCALL DEL FILM

CONFERENZA STAMPA DEL FILM A CANNES

INTERVISTE A CANNES

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA