questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Cannes: I Vincitori della Quinzaine des Réalisateurs

Attualità

23/05/2010

In cima ai premi della Quinzaine des Réalisateurs del 63. Festival di Cannes troviamo Pieds nus sur les limaces (Lily Sometimes) di Fabienne Berthaud che vince l’ambito Art Cinema Award: il film racconta la storia di Clara, una donna che dopo la morte della madre deve abbandonare Parigi per dedicarsi alla problematica sorella Lily. Le protagoniste sono Ludivine Sagnier e Diane Kruger (nella foto a sinistra).

Premiato anche Illégal di Olivier Masset-Depasse: Tania e il figlio Ivan sono immigrati clandestini in Belgio. Il ragazzo riesce a fuggire dalla polizia, ma Tania viene presa e spedita in prigione, dove conoscerà l’inferno della prigionia. Ed ecco che anche l’apprezzatissimo Le Quattro Volte di Michelangelo Frammartino si porta a casa il prestigioso Europa Cinemas Label, oltre all’ottima accoglienza durante le proiezioni. Per lui anche un premio a dir poco singolare: il Premio Speciale della Giuria (il Palm Dog) al cane Vuk.

Da ricordare che alla Quinzaine è stato presentato con enorme successo il documentario Stones in exile di Stephen Kijak sulla lavorazione nel 1972 dell’acclamato album Exile on Main St. dei Rolling Stones che ha visto la partecipazione – di certo non passata inosservata - di Mick Jagger sulla Croisette, e Boxing Gym su una palestra di Austin, in Texas, per la regia di Frederick Wiseman. Per i cortometraggi hanno vinto ex-aequo: Cautare di Ionut Piturescu (Romania) e Mary Last Seen di Sean Durkin (USA).

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA