questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Cannes gli italiani in arrivo!

Attualità

10/02/2011

E’ appena iniziato il Festival di Berlino ma già da tempo si parla di quello di Cannes che si terrà dall’11 al 22 maggio 2011. Non solo Nanni Moretti con Habemus Papam e Paolo Sorrentino con Questo deve essere il posto ma, molto probabili, secondo le previsioni, anche Gianni Amelio, Andrea Molaioli, Emanuele Crialese e Mimmo Calopresti con il documentario sulla storia del Pci.

Dopo l’esclusione di titoli italiani dal concorso berlinese pare che Cannes potrebbe darci una rivincita nella sua 64° edizione che sarà inaugurata, come annunciato qualche giorno fa, da Midnight in Paris di Woody Allen.

Habemus Papam di Moretti e This Must Be the Place (Questo deve essere il posto) di Sorrentino sono dati praticamente per scontati, visto che si tratta di due autori da sempre apprezzati dalla manifestazione francese. Habemus Papam, definito dal regista una ‘commedia dolorosa’, in cui lui interpreta uno psicanalista che ha in cura il Pontefice (impersonato da Michel Piccoli) è tra i film più attesi. Quello di Sorrentino, tutto internazionale, girato in inglese tra l’Irlanda e gli Stati Uniti, con protagonista Sean Penn, racconta di una rockstar annoiata che va alla ricerca di quello che fu il persecutore del padre, un ex criminale nazista.

A sperare di entrare nel programma ufficiale di Cannes 64 è Gianni Amelio con Il primo uomo, film di produzione maggioritaria francese, tratto dal libro postumo di Albert Camus, interpretato da Claudia Cardinale, Jacques Gamblin e Maya Sansa.

Buone possibilità vengono accreditate anche a Terraferma di Emanuele Crialese e a Il gioiellino, storia rielaborata del crack Parmalat, di Andrea Molaioli.

Ovviamente speriamo vivamente che le cose possano andare in questo modo, sarebbe un’ottima boccata di rinvigorente aria fresca per il nostro buon cinema italiano. Per quanto riguarda Nanni Moretti aggiungiamo una notizia che ha che fare con Il Caimano e con la televisione. Non è andato in onda a Parla con me, il programma di Rai 3 condotto da Serena Dandini, la sequenza finale del film.

La decisione è stata presa dalla direzione di rete, d’accordo con il regista, dopo che il vice direttore generale della Rai, Antonio Marano, ha chiesto di ‘tagliare’ la scena finale, riducendola da sette a tre minuti: un’indicazione con la quale Moretti non poteva di certo allinearsi. Il vice direttore avrebbe chiesto di non trasmettere più di tre minuti del film, pena la svalutazione del prodotto e quindi il divieto di mandarlo in onda in futuro su qualsiasi rete Rai. A questo punto il regista si è detto contrario ad una sua interruzione. Di qui la scelta di non far vedere proprio gli ultimi minuti della pellicola, quelli dedicati al processo al premier Berlusconi, interpretato dallo stesso Moretti. Nelle scene finali si vede che il ‘Caimano’ viene condannato a sette anni e poi lascia il tribunale, acclamato da una piccola folla.

VAI AL SITO DEL FESTIVAL DI CANNES 2011

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA