questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Calvario, cosa ne pensa il mondo

Attualità

11/05/2015

Il 14 Maggio arriva al cinema Calvario, il nuovo film di John Michael McDonagh, regista di Ned Kelly e della commedia Un Poliziotto da Happy Hour. Il regista torna a lavorare con l’attore Brendan Gleeson che interpreta un prete irlandese che cerca di portare avanti una piccola comunità composta da personaggi alquanto problematici ed eccentrici. Padre James Lavelle è un sacerdote che cerca di continuo di rendere il mondo un posto migliore, e che continuamente rimane scioccato e rattristato nel vedere l'atteggiamento incurante e sprezzante degli abitanti della sua piccola città. Un giorno, durante una confessione, viene minacciato di morte ed è costretto ad affrontare le forze oscure che gli si fanno sempre più vicine e minacciose. 

McDonagh e il direttore della fotografia Larry Smith catturano il miracolo delle quattro stagioni in un giorno in Irlanda, con le sue scogliere frastagliate, le acque torbide, le città oniriche, e un cielo tonificante” scrive il Philadelphia Inquirer. per sottolineare l’ambientazione suggestiva e coinvolgente di questo film che unisce insieme il dramma, la commedia e il thriller, con momenti vicini al più classico giallo e noir. Infatti se da un lato si racconta l’evoluzione personale ed emotiva dei vari protagonisti della storia e di padre James, dall’altro si tesse la rete di una ricerca al colpevole e cresce, scena in scena, la curiosità di sapere come andrà a finire. Come scrive il Los Angeles Times: “Il film non è tanto una meditazione ma una chimera, un vortice di emozioni e di idee, riuscendo ad essere sia calma riflettente sia ansioso nello stesso momento. Calvario è una commedia seria, un dramma buffo, un film sulla vita e un film vivace sulla morte”. “Visivamente, intellettualmente ed emotivamente, il film di McDonagh è un film da assaporare” lo ha considerato The Hollywood Reporter. Oltre alla chiave stilistica ed estetica che il regista ha scelto per raccontare questa storia, la forza di Calvario è sicuramente l’interpretazione di Brendan Gleeson, un attore con un’ importante carriera internazionale alle spalle, che qui si trova perfettamente a suo agio nel ruolo di un uomo in conflitto con se stesso e con il mondo, determinato a cambiare le cose, ma non privo di debolezze. 

Ancorato ad una performance davvero sensazionale di Gleeson, questo inaspettato mix di gioco, passione, romanzo poliziesco, commedia rurale e seria indagine sulla fede è destinata a diventare un classico” scrive Total Film, mentre Variety aggiunge: Arricchito da una performance di un'anima monumentale come Gleeson nel ruolo di un prete irlandese segnato dalla morte di uno dei suoi parrocchiani, il film offre un'indagine causticamente divertente sull'iniquità di una piccola città che si trasforma, quasi impercettibilmente, in un lamento profondamente sentito per un mondo decaduto”. Sulla base di solo due film, McDonagh e Gleeson sono una squadra regista / attore alla pari di Ford / Wayne, Fellini / Mastroianni o Scorsese/De Niro. Calvario è avvincente, commovente, divertente ed inquietante, verso il basso per una finitura ancora cinica senza compromessi” sottolinea Empire, promuovendo il sodalizio lavorativo di questi due artisti che funzionano insieme, portando qualcosa di nuovo e convincente sul grande schermo. “Calvario vanta un forte senso del luogo e un profondo amore per la lingua. E’ malizioso e divertente, mercuriale ed intelligente, scuotendo con le risate mentre dipinge un ritratto di una comunità irlandese che è allo stesso tempo intima ed alienata scrive The Guardian. 

Diverse esperienze di vita si incrociano sullo sfondo di un’Irlanda affascinante ed inquietante, ma la sceneggiatura rispetta dei tempi precisi e puntuali, mantenendo il ritmo del film costante e dinamico. Da non perdere.

Scritto da Letizia Rogolino
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA