questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Bradley Cooper alla Casa Bianca accanto ad Obama per festeggiare Hollande

Attualità, Personaggi

12/02/2014

Può darsi che non vinca l'Oscar come miglior attore protagonista per lo splendido American Hustle, ma l'attore americano sta sicuramente crescendo in fatto di importanza e notorietà. La conferma si è avuta ieri sera con l'invito ufficiale della Casa Bianca a partecipare al 'gala dinner' in onore del Presidente francese Francois Hollande in visita ufficiale negli Stati Uniti,  giudicato il più grande evento 'mondano' del secondo mandato di Obama, a cui hanno partecipato oltre 300 invitati, tra cui politici, industriali, uomini di affari, autorità, editori e giornalisti, e come rappresentante di Hollywood è stato scelto Bradley Cooper. Cosa che ha suscitato l'invidia di moltissimi personaggi del cinema che pensavano di essere 'nel cuore' di Obama, ma il motivo sta semplicemente nel fatto che Bradley Cooper è uno dei pochissimi attori che parlano correntemente il francese. Lo staff di Obama lo ha scoperto pochi giorni fa, esattamente il 3 febbraio scorso, quando Cooper ha partecipato alla conferenza stampa parigina di presentazione del film American Hustle, parlando un impeccabile francese, con grande entusiasmo da parte della stampa transalpina.

La sua padronanza linguistica è stata apprezzata anche dal Presidente Hollande, che peraltro parla perfettamente inglese, con cui Cooper si è intrattenuto per qualche minuto, assieme alla First Lady Michelle Obama

Francois Hollande, arrivato da "single" alla sontuosa cena in suo onore, si è seduto tra i due  padroni di casa. E nella sedia che sarebbe spettata a Valerie, accanto al presidente americano, si è seduta la direttrice e curatrice dello Studio Museum di Harlem, Thelma Golden, mentre a fianco della first lady, il comico Stephen Colbert. Al momento del brindisi Hollande se ne è uscito con una battuta che ha suscitato un applauso: "Noi amiamo gli Stati Uniti e voi la Francia, anche se a volte siete troppo restii a dirlo".

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA