questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

BoxofficeUsa: Hunger Games 3 senza rivali

Attualità, Box Office

30/11/2014

Un long week end del ‘Ringraziamento’ all’ombra di Katniss e di Hunger Games: Il canto della Rivolta - Parte 1 che incassa 82,7 milioni nei cinque giorni dal Thanksgiving dsi cui 56 milioni nel week end, segnando il terzo incasso di sempre nei cinque giorni della Festa del Tacchino, e il quinto incasso di sempre del week end del Thanksgiving. Niente male, anche se il confronto con l’incasso fenomenale del secondo episodio che l’anno scorso nei tre giorni del week end del Thanksgiving portò a casa  74 milioni rende questa straordinario risultato meno esaltante. 

Il canto della rivolta Parte 1 raggiunge 226 milioni di dollari in 10 giorni di programmazione (La ragazza di fuoco in dieci giorni incassò 296 milioni) per un totale worldwide di 480 milioni. Non hanno festeggiato, come si pensava, I Pinguini di Madagascar, che nei cinque giorni hanno portato a casa 36 milioni di dollari (26 nei tre giorni del week end), un risultato da week end normale, non da Thanksgiving, inferiore nettamente ai debutti dei ‘cugini’ del bestiario Dreamworks ovvero Madagascar 3 che aveva debuttato con 60 milioni o Il Gatto con gli Stivali (34). A rovinare la festa dei Pinguini ci si è messo Big Hero 6 che giunto al quarto week end non ha mollato di una virgola la presa sul pubblico incassando 26 milioni nei cinque giorni per un totale di 167,2 milioni di dollari. Se I Pinguini hanno marciato più lenti del previsto a causa di Big Hero 6, per Horrible Bosses 2 (Come ammazzare il capo... e vivere felici 2) non c’è scusa. 23 milioni nei cinque giorni e 15 nel week end sono un risultato ben lontano dall’esordio da 28 milioni nel week end del primo capitolo, che non fanno prevedere granché per la vita complessiva della pellicola. Al contrario la tenuta di Interstellar è semplicemente eccezionale, con un incremento del 3% sugli incassi dello scorso week end, e altri 22 milioni per un totale di 147,1 milioni di dollari (540 in tutto il mondo). 

Nel frattempo si scaldano i muscoli nella retroguardia i probabili candidatri all’oscar con The Theory of Everything a 10 milioni, Birdman a 17, Foxcatcher a 2 e The Imitation Game uscito in quattro sale a 482 mila dollari (120 mila dollari di media per schermo).

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA