questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Boxoffice Usa: il cecchino da paura: 90,2 milioni in tre giorni

Attualità, Box Office

18/01/2015

Semplicemente impressionante il risultato record di American Sniper di Clint Eastwood che non solo segna un nuovo record storico per l'uscita di un film a gennaio, come il record di tutti i tempi per un film non-tentpole, oltre che per un film di guerra con il visto R (restricted), oltre a battere la maggior parte dei cinecomic estivi. 90,2 milioni nel week end e una proiezione di 105,2 milioni in quattro giorni, con gli incassi di lunedì, che in Usa è giorno festivo per il Martin Luther King Jr. Holiday. Un successo che va al di là di qualsiasi previsione e che travalica di gran lunga quello che veniva ipotizzato come pubblico di riferimento, ovvero quello più adulto e conservatore, con la stessa percentuale di spettatori sia negli stati più liberal che appunto in quelli conservatori. American Sniper aveva debuttato il giorno di Natale in soli quattro cinema a Los Angeles, New York e Dallas (Chris Kyle, il vero cecchino americano era un texano), incassando poco meno di 4 milioni di dollari, che aggiunti ai risultati di questo spettacolare week end spingono il calcolo complessivo, lunedì compreso, a 108.6 milioni. Un record personale per l'ottantaquattrenne Clint Eastwood il cui maggio esordio era fino ad ieri Gran Torino con 29,5 milioni di dollari. Un risultato c comunque di cui si parlerà molto, visto il soggetto del film che sposa, senza se e senza ma, la causa del più celebre cecchino dell'esercito americano, che secondo la 'leggenda' avrebbe abbattuto circa 250 nemici, sia militari che civili. 

Seconda posizione per la commedia con Kevin Hart The Wedding Ringer, con 21 milioni di dollari nei tre giorni, ed una proiezione di 25 milioni compreso lunedì. Un risultato inferiore a quello della precedente commedia con Kevin Hart About last night che esordì un anno fa con 27,8 milioni, ma giudicato dalla Sony, che ha distribuito entrambi i film, un vero trionfo, considerando la concomitanza di American Sniper. Ad un soffio, in terza posizione, almeno nei tre giorni, il fantasy britannico Paddington, con 19,3 milioni nel week end ed un sorpasso annunciato nei quattro giorni, con 25.6 milioni. 

Scende bruscamente in quarta posizione (-60% di spettatori) l'action thriller Taken 3 con 14 milioni nel week end ed un totale di 62,8. 

Chiude la top-five Selma, il film sulla omonima storica marcia organizzata da Martin Luther King Jr. che mobilitò migliaia di afromericani contro la discriminazione negli Satti del Sud (dove i neri non avevano diritto al voto) e forte delle nomination agli Oscar, incassa 8,3 milioni (10,3 milioni con lunedì). 

A fronte del clamoroso successo di American sniper c'è  da registrare il clamoroso flop di   Blackhat: l'action thriller di Michael Mann, costato 70 milioni, come American Sniper,   incentrato su un cyberattacco sul sistema bancario mondiale, ed interpretato da Chris Hemsworth, che non rientra nemmeno nella top ten, incassando 4 milioni nel week end e 4,6 milioni compreso lunedì. 

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA