questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Boxoffice Usa 2014: - 6%

Attualità, Box Office

02/01/2015

Il dato peggiore in 20 anni per il boxoffice del 2014 nordamericano con una flessione del 6% in termini di spettatori e del 5% in termini di incassi. Una frenata piuttosto brusca che chiude l’anno in rosso, nonostante la ripresa degli ultimi mesi. 

1,26 miliardi di biglietti tra 1 gennaio e 31 dicembre 2014 contro 1,34 miliardi di biglietti venduti nel 2013. Leggermente più bassa, a causa dell’aumento medio del costo del biglietto, la flessione in termini di incassi che ammonta ad un - 5% anno su anno. Insomma un quadro non positivo che comunque ha visto un forte recupero negli ultimi mesi rispetto alla forte flessione che era stata accumulata nei mesi estivi (-15%), e se la flessione è dovuta principalmente ai minori incassi dei blockbuster, il recupero durante la stagione invernale è dovuto in gran parte al maggior incasso dei cosiddetti film medi. Sono stati solo due i film che hanno superato il tetto dei 300 milioni di dollari ‘domestically’ (Guardiani della Galassia e Hunger Games 3, e complessivamente i sequel ed i cinecomics hanno incassato meno dei titoli precedenti, vedi Hunger Games 3, Transformers 4, X-Men, mentre alcuni titoli medi come Gone Girl, Lucy, Neighbors, Ride along etc. hanno avuto risultati superiori alle previsioni. 

Ciònonostante Hollywood non si strappa i capelli, visto che gli stessi blockbuster che hanno incassato meno nel mercato interno hanno incassato molto di più sui mercati internazionali, spingendo i risultati worldwide al di sopra del 2013. In questa classifica trionfa Transformers 4, unico titolo a superare la soglia del miliardo di dollari, in una classifica worldwide dei primi venti titoli che complessivamente ammonta a 11,8 miliardi di dollari, facendo registrare un notevole incremento in percentuale rispetto agli incassi domestici dei blockbuster, visto che i primi venti titoli del boxoffice 2014 Usa hanno totalizzato 4,2 miliardi.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA