questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Boxoffice: Lo Hobbit primo anche in Italia

Attualità, Box Office

16/12/2013

Come prevedibile è il secondo capitolo della nuova trilogia di Peter Jackson Lo Hobbit La desolazione di Smaug a conquistare la vetta del box office pre-natalizio, con 3,6 milioni di euro nei primi quattro giorni di programmazione, e con la media più alta del fine settimana di 5mila euro per sala, un incasso perfettamente in linea con i risultati ottenuti dal film nel resto del mondo, America compresa, dove il film è uscito in day and date, con un esordio worldwide di 205 milioni di dollari. Anche in Italia comunque, come in Usa, La desolazione di Smaug non raggiunge, almeno nel primo week end, i risultati del primo capitolo (Un viaggio inaspettato) che esattamente un anno fà esordì con 4,3 milioni di euro, per chiudere a 16 milioni. L'altro titolo natalizio ovvero Un fantastico via vai di Leonardo Pieraccioni è secondo con 1,8 milioni di euro ed una media di 3900 euro, un risultato complessivamente buono che però dovrà fare i conti a partire dai prossimi giorni con le altre commedie in uscita. Terza posizione per Blue Jasmine di Woody Allen, con 824mila euro ed una flessione ridotta del 30% rispetto alla scorsa settimana, che dimostra che il film, nonostante non sia particolarmente natalizio, ha gambe solide per attraversare tutte le feste. Discesa più rapida invece per La ragazza di fuoco, che perde più del 60% di spettatori rispetto alla settimana precedente, ma che con i 600mila euro di questo week end totalizza 7,7 milioni complessivi. Gambe lunghe e scarpe comode anche per La mafia uccide solo d'estate, che tiene il passo in modo eccellente, perdendo solamente il 27%,  con  548mila euro ed un totale di 2,5 milioni in meno di tre settimane. Il ciclone Sole a catinelle di Checco Zalone non vuole proprio lasciare la classifica, e dopo sette settimane di programmazione è sesto con 334mila euro ed un totale di 51,4 milioni. Stesso discorso, anche se in formato ridotto, per Fuga di cervelli di Paolo Ruffini che dopo quattro settimane è ancora in top ten con un totale che sfiora i 5 milioni di euro. Deboluccio in ottava posizione l'esordio del cartone Il segreto di Babbo Natale (277mila euro con una media che sfiora i mille euro per sala), segno che per i più piccoli il Natale deve ancora arrivare, mentre tra le altre new entries da segnalare l'ottima partenza, in un numero molto ristretto di sale, di due film d'autore che si preparano per la cavalcata delle feste, Still Life (91mila euro in 19 sale, per una media di 4800 euro per schermo) e Moliere in bicicletta, (52mila euro in 15 sale per una media di 3500 euro).

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA