questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Boxoffice Italia: Colpa delle stelle sempre in vetta

Attualità, Box Office

15/09/2014

Nonostante la valanga di nuove proposte (ricordiamo che le new entries erano 14) è il commovente Colpa delle stelle a vincere per il secondo week end consecutivo la sfìda del box office. Tutte piuttosto deboli, molte pressoché invisibili, le new entries, a ulteriore conferma, laddove ce ne fosse ancora bisogno, che è una follia far uscire contemporaneamente un numero così vasto di titoli. Intanto il nuovo Love Story, interpretato da Shailene Woodley e Ansel Elgort,  incassa un altro milione di euro (un calo del 37% rispetto al week end d’esordio) con una media di quasi 2500 euro per sala, per un eccellente totale di 3,8 milioni in undici giorni. 

La lacrimuccia vince sulla risata, Colpa delle stelle batte la commedia SexTape - Finiti in rete, interpretata da  Cameron Diaz e Jason  Segel, che esordisce  in seconda posizione con 966mila euro, e conquista con 3mila euro la medaglia della media più alta della top ten. Si deve accontentare della terza posizione The giver - Il mondo di Jonas di Phillip Noyce interpretato da Jeff Bridges e Meryl Streep, il fantasy che sulla carta doveva ripetere il successo di Hunger Games che debutta con 603mila euro. Seguono, in quarta, I Mercenari 3 che nonostante i muscoli palestratissimi sembrano avere il fiato corto, con un incasso di 600mila euro al secondo week end (- 61% rispetto al precedente) ed un totale di 2,6 milioni in undici giorni. Quinta piazza d’onore per il cartone Si alza il vento del maestro giapponese Hayao Myazaki, che uscito come evento per pochi giorni ha incassato in due giorni 521mila euro, alla media di 2.600 euro per copia. Decisamente più debole il debutto dell’horror ‘parigino’ Necropolis La città dei morti, che si ferma alla sesta posizione con un incasso di 512mila euro (media di 2300 euro per sala). 

Le Winx precipitano in settima posizione con 362mila euro (1.3 milioni in 11 giorni, il peggior risultato della serie) mentre il drammatico Le Due Vie del Destino   con Colin Firth e Nicole Kidman è ottavo con 297mila euro ed una media appena dignitosa di 1100 euro. Non brilla nemmeno il noir interpretato e prodotto da Pier Francesco Favino Senza nessuna pietà che non rientra nemmeno nella top ten (è tredicesimo con 104mila euro ed una media di 1400 euro per sala).

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA