questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Boxoffice Italia: Cinquanta sfumature spazza via tutti i record

Attualità, Box Office

16/02/2015

Che fosse un evento globale era chiaro da tempo, ma adesso Cinquanta sfumature di grigio dopo un esordio spettacolare in tutto il mondo si sta rivelando come il film dei record, ed il grigio diventa il colore miliardario per eccellenza. 

Dopo i record spazzati via in nord america (90 milioni di dollari nei primi quattro giorni) Cinquanta sfumature di grigio interpretato dalla nuova coppia hot del cinema mondiale Jamie Dornan e Dakota Johnson spazza via tutti i record  anche in Italia con un debutto da 8,4 milioni di euro, ad una media per copia pazzesca di quasi 9mila euro (una media incredibile considerando che il film era proiettato in quasi mille sale cinematografiche). E’ il miglior esordio di sempre per un film vietato ai 14 anni, il miglior esordio di sempre di un film Universal, ed il secondo esordio di sempre (dopo il mitico Sole a Catinelle di Checco Zalone) in Italia.  

Ovviamente un titolo del genere ha monopolizzato l’attenzione della stragrande maggioranza del pubblico, ciònonostante ci sono segnali di vita anche nei gradini successivi della top ten. A cominciare da un ottimo secondo posto della commedia transalpina Non sposate le mie figlie che al secondo week end di programmazione  ha incassato 938mila euro, perdendo solamente un -17% di spettatori rispetto all’esordio, e con un totale di 2,3 milioni di euro, e da un altrettanto ottimo terzo posto per la commedia Una notte al museo 3 che al terzo week end di programmazione totalizza 4,7 milioni di euro.  Discreti anche gli esordi dell’action-thriller Taken 3 e dela cartone britannico Shaun vita da pecora rispettivamente con 727mila euro (media di 2700 euro per sala) e 727mila euro (media di 2400 euro per Shaun). Viaggia in solitario senza perdere la rotta Birdman, che dopo 11 giorni totalizza 1,7 milioni e in attesa dell’Oscar continua a marciare ad una media di 3200 euro per copia (perde solamente il 20% di spettatori rispetto al precedente week end). E’ stato il week end dei candidati all’Oscar visto che oltre a Birdman (che aveva esordito una settimana fa) sono uscite giovedì scorso altre tre pellicole candidate all’Oscar.  Il biopic Selma incentrato sul personaggio di Martin Luther King, esordisce in settima posizione con 656mila euro (media di 2400 euro per copia), mentre finiscono  fuori classifica Whiplash e Timbuktu rispettivamente diciottesimo e diciannovesimo con 83mila e 70mila euro.  

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA