questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Boxoffice Italia: Cinquanta sfumature domina

Attualità, Box Office

23/02/2015

Il calo c’è stato anche in Italia (-56% di spetttaori rispetto al week end d’esordio) in parte fisiologico per un film che ottiene questi risultati, ed in parte dovuto ad un passaparola controverso e probabilmente alle numerose critiche negative, ma ciònonostante Cinquanta sfumature di grigio continua a trionfare nella classifica con 3,8 milioni da giovedì a domenica ed un totale ‘bombastico’ di 15,7 milioni in undici giorni. Un totale che lo incorona, per ora, a 2° miglior incasso di stagione (meglio di Si accettano miracoli di Alessandro Siani che ha incassato complessivamente 15,4 milioni) in attesa di battere (entro la settimana) anche American sniper, primo incasso di stagione con 18,8 milioni. 

Secondo posto  per Noi e la Giulia che dopo una partenza (giovedì) non particolatmente brillante sta recuperando terreno grazie ad un passaparola positivo. 1,2 milioni per la commedia di Edoardo Leo  ad una media di 3150 euro per copia ( la seconda in classifica dopo quella da 4650 euro di 50 sfumature). Noi e la Giulia fa meglio del colossal fantasy Il settimo figlio, che debutta piuttosto debolmente in terza posizione con 821mila euro ed una media di 2650 euro per copia. Un pò meglio, ma senza particolari entusiasmi, la commedia Mortdecai con Johnny Depp, quarta con 757mila euro (media di 2650 euro), mentre il cartone in plastilina Shaun Vita da pecora è quinto con 755mila euro, stesso incasso identico dello scorso week end, evidentemente le pecore non si perdono. Scende in sesta posizione la commedia francese dall’infelice titolo Non sposate le mie figlie! che in tre settimane ha rastrellato 3,1 milioni di euro (briciole rispetto all’incasso ottenuto in patria). Segue Birdman di Inarritu, il trionfatore degli oscar, che in tre settimane ha incassato 2,4 milioni ma con facile previsione nei prossimi giorni risalirà la china degli incassi per avviarsi ad un lungo e meritato cammino in solitaria da ‘benedetto dall’Oscar’. Fa un pò ridere la coincidenza (ed il paragone) dell’uscita in questo fine settimana del vincitore del Leone d’oro veneziano Un piccione seduto sul ramo riflette sull’esistenza, (negato a Birdman) con un incassino da 186mila euro. A proposito degli Oscar si avviano ad un veloce tramonto gli altri film candidati all’Oscar  tra cui l’emozionante Selma - La strada per la libertà che dovrà accontentarsi di 1,3 milione o poco più incassati fino ad oggi. Forse l’Oscar al miglior attore non protagonista a J.K. Simmons  potrebbe allungare la vita di Whiplash che fino ad oggi ha incassato poco più di 200mila dollari, ed anche La teoria del tutto dopo l’Oscar a Eddie Redmayne potrebbe fare qualcosina in più dei 5,1 milioni incassati fino ad oggi. E’ andata decisamente male a Timbuktu che ha giocato le sue carte a ridosso dell’Oscar per il miglior film straniero, senza vincerlo, ed ha debuttao con 70mila euro (media di 2600 euro). 

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA