questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Boxoffice Italia: Cenerentola supera i 5 milioni

Attualità, Box Office

16/03/2015

Pioggia di biglietti, oltre a quella meterorologica, nel week end della penisola. E’ la magia delle favole Disney che trasformano una zucca in una splendida carrozza a cavalli? Con più di 132 milioni di dollari nel mondo incassati nel primo week end e 5,1 milioni di euro in Italia (media per sala di 8mila euro) il remake di Cenerentola di Kenneth Branagh, con Lily James e Richard Madden, ha replicato il miracolo di Maleficent, addirittura superandolo, sia in Italia (dove Maleficent aveva esordito con 4,8 milioni) che nel mondo. Niente male pensando che Maleficent a fine corsa ha portato nelle casse della Casa di Topolino 758 milioni di dollari.

Di fronte al jackpot di Cenerentola sembrerebbero pochi i 2 milioni incassati dalla commedia Ma che bella sorpresa, senza considerare che da tempo nessun film italiano riusciva a superare la soglia dei 2 milioni all’esordio, cosa che invece è riuscita, nonostante Cenerentola, alla commedia sentimental-surreale Ma che bella sorpresa interpretata da Claudio Bisio e Frank Matano, che oltretutto ha segnato un’ottima media di 4600 euro per copia. Terza piazza con 1,2 milioni per la commedia truffaldina Focus Niente è come sembra, con Will Smith,  che grazie ad un ottimo passaparola perde solo un 30% rispetto al week end precedente, totalizzando 3,6 milioni in undici giorni. Anche il melodramma di Sergio Castellitto Nessuno si salva da solo tiene piuttosto bene, perdendo soltanto un 35% di spettatori con 878mila euro nel week end e 2,6 milioni in undici giorni. 

Quinta piazza per il cartone Spongebob (612mila euro) che supera i 4,6 milioni complessivi, seguito dalla drammatica storia d’amore Suite Francese che esordisce con 550mila euro ed una solida media di 3300 euro per copia.

Si scende a 261mila euro con Kingsman: Secret Service, in settima posizione, che comunque supera i 2 milioni di euro totali, seguito da Noi e la Giulia con 242mila euro e un totale di 3,6 milioni. Seguono gli altri due esordienti in quota di eccellenza artistica ovvero Blackhat di Michael Mann, nono e Foxcatcher di Bennett Miller undicesimo  rispettivamente con incassi di  241mila euro e di 186mila euro che sicuramente non gli fanno giustizia.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA