questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Box office: l’Italia la peggiore

Attualità, Box Office

02/07/2012

Come prevedibile, caldo, calcio e assenza di pellicole di rilievo hanno provocato l'ennesimo crollo di spettatori. Siamo ai minimi storici di sempre, e francamente non ci sono giustificazioni di sorta per un abbandono così generalizzato del mercato. Al danno oggettivo di un mercato in grandissima sofferenza, con ricadute negative ovviamente anche a livello occupazionale, si aggiunge la beffa dei risultati eccellenti che in queste stessi giorni stanno avendo tutti gli altri paesi, nessuno escluso, grazie alle uscite estive dei blockbuster che in Italia arriveranno solo dopo l'estate. Un mercato complessivo nel week end da 1,2 milioni di euro! In vetta resta  Il Dittatore con 202mila euro e 708 euro di media per schermo (1.8 milioni in totale), in seconda posizione la riedizione di Cenerentola con 125mila euro incassati tra sabato e domenica, terza posizione per Chernobyl Diaries – La mutazione con 98mila euro (453mila euro totali), e quarta per Rock of Ages (82mila euro ed un totale di 345mila euro in dodici giorni), quinta posizione per la new entry L’Amore Dura Tre Anni (80mila euro), sesta posizione per Men in Black 3 con 74mila euro (6 milioni complessivi) e settima per l'altro esordiente La Cosa  con 70mila euro (541 euro di media per sala). Nona e decima posizione per Chef e Detachment Il Distacco con rispettivamente 171mila e 110mila euro incassati in due settimane. Pressoché inesistenti i risultati delle altre new entries: I Tre Marmittoni è quattordicesimo con 20mila euro ed una media di 191 euro per svchermo, Qualche nuvola è quindicesimo con 20mila (ed una media di 344 euro). Marley e Il cammino per Santiago sono rispettivamente diciottesimo e ventiduesimo con 13mila e 10mila euro.
Se guardiamo al di fuori dell'Italia invece il quadro cambia completamente. A livello internazionale due pellicole appena uscite hanno fatto registrare incassi eccezionali: L’Era Glaciale 4: continenti alla deriva, il quarto episodio della saga animata della Fox uscito in 34 territori ha incassato 78 milioni di dollari, superando in molti paesi i risultati dei capitoli precedenti: 11.8 milioni di dollari in Francia, 4 milioni in Spagna (ma non c'era anche lì una finale di calcio?), 13.7 milioni di dollari (terzo incasso di sempre) in Messico.  In Italia il cartoon uscirà il 28 settembre. L'altro titolo caldo di questo periodo  (ma in questo caso la pellicola uscirà anche in Italia) è The Amazing Spider-Man, uscito in anticipo questo week end solo in tredici territori (rispetto agli Usa e all'Italia dove uscirà dopo domani) con risultati da quasi record, per un totale (in 13mercati) di 50 milioni di dollari. In Europa la pellicola è uscita solo in Germania e ha incassato 4.2 milioni di dollari.  
Infine negli Stati Uniti due commedie vietate ai minori uscite contemporaneamnete ottengono risultati strepitosi: Ted la commedia con Mark Whalberg ed uno scorrettissimo orsacchiotto incassa 54 milioni di dollari, mentre Magic Mike, altra commedia scorretta, ambientata nel mondo degli 'spogliarellisti', firmata Steven Sodernergh e interpretata da Channing Tatum ne incassa circa 40.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA