questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Box office italiano con Vanzina al top

Attualità, Box Office

06/04/2010

Se il brutto tempo ha rovinato la Pasqua di gran parte degli italiani, gli incassi cinematografici sono stati decisamente buoni.

Il dato meteorologico è un fatto oggettivo, perché gli incassi di sabato, che invece è stata una giornata all'insegna del bel tempo, sono stati molto bassi. Per risalire decisamente la domenica. Purtroppo non abbiamo ancora quelli di ieri, lunedì, che sembrano comunque in linea con quelli di domenica. Vincitori della box office cup i fratelli Vanzina che con La vita è una cosa meravigliosa hanno incassato 1.575.000 euro (e la migliore media per sala di 3.800 euro). Bene anche gli altri due titoli nei gradini più bassi del podio dei vincitori ovvero Dragon Trainer ed Happy Family, classificati rispettivamente secondo e terzo. 
La pellicola animata della Dreamworks si porta a casa 1.113.000 euro raggiungendo in dieci giorni 3 milioni complessivi, seguita a ruota da Happy Family di Gabriele Salvatores che con il milione incassato in questo week end (1.046.000), raggiunge i 2,7 milioni totali. In quarta posizione il cartone di Tim Burton Alice in Wonderland che incassa circa 850mila euro, portandosi a quota 29 milioni.

In quarta posizione con 830mila euro Colpo di fulmine, la divertente gay comedy con truffe interpretata da uno strepitoso Jim Carrey, con tra l'altro una buona media per sala di circa 3500 euro. In sesta posizione Mine vaganti con circa 500mila euro (ed un totale di circa 7 milioni in quattro settimane), seguito da un altra pellicola esordiente Gamer che con 471.000 euro raggiunge un discreto risultato. Ottavo il deludente dramma sentimentale Remember Me, con Robert Pattinson, che in due settimane ottiene circa 1,7 milioni, mentre chiudono la top ten la commedia E' complicato (3,1 milioni in tre settimane) e Shutter Island (6,6 milioni in sei settimane). Non rientrano nella top ten le altre new entries della Pasqua, a cominciare da Il piccolo Nicolas ed i suoi genitori e Sul mare, rispettivamente undicesimo e dodicesimo con 236mila e 206mila euro. Per Nicolas è un amaro risultato, viso il successo che aveva ottenuto in Francia, ma per il film di Alessandro D'Alatri è una vera e propria debacle, considerando anche la bassissima media per sala di 724 euro.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA