questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Box office Italia: lo tsunami Zalone

Attualità, Box Office

17/01/2011

Abbiamo già detto del record italiano 'di sempre' battuto da Che bella giornata di Checco Zalone, che con i 7,9 milioni di questo ultimo week end ha raggiunto (in dodici giorni) 31,5 milioni di euro (dati Cinetel, che rappresentano l'85% del mercato), superando i 31,2 milioni totali registrati nel 1997 da La vita è bella di Roberto Benigni. Da precisare comunque, a questo proposito, che quest'ultima cifra non tiene conto delle differenze di costi medi dei biglietti, perché il numero complessivo degli spettatori del film di Benigni è stato decisamente più alto, quantificabile, secondo i più pignoli in un valore di 47 milioni di euro. Un obiettivo, anche quest'ultimo destinato ad essere spazzato via dallo tsunami di Che bella giornata. Su questo Zalonamento dovremo ritornarci, perché stiamo assistendo ad un fenomeno assolutamente anomalo, mai registrato prima in questo paese, che pure di comici di razza ne ha visti tanti. Intanto dopo il record di un film italiano, Zalone sta inseguendo anche quello generale, detenuto da Avatar con 66 milioni a fine corsa. Ci riuscirà? Intanto Zalone per superare i 30 milioni ci ha messo 12 giorni contro i 14 impiegati da Avatar (che però a causa della lunghezza poteva fare solo tre spettacoli al giorno contro i cinque o sei di Che bella giornata).  Comunque Avatar aveva dalla sua la maggiorazione del prezzo per il 3D. Si accettano scommesse. C'è vita oltre Zalone? A guardare bene i risultati degli altri film, a parte la scomparsa o giù di lì, di Natale in Sudafrica, sembrerebbe proprio di sì. Con qualche difficoltà per le commedie, visto forse l'effetto saturazione. Per questo motivo la commedia Vi presento i nostri deve accontentarsi del secondo posto, con 2,2 milioni di euro, ed una ottima media di 4.662 euro per sala. Un risultato decisamente inferiore al precedente capitolo, ma visti i tempi, più che accettabile. Ottimo, anche questa settimana, il risultato di Hereafter di Clint Eastwood, che incassa altri 1,4 milioni, per 5,4 milioni complessivi. Risultati buoni per i vari esordienti del week end, a cominciare da Skyline che con 862mila euro conquista la quarta posizione, seguito a ruota da La versione di Barney, quinto con 849mila.
Buone (e identiche) le medie per schermo di entrambi: 3600 euro. Leggermente defilato, ma forse il risultato migliore degli esordienti, considerando che poteva contare solo sugli spettacoli pomeridiani, L'orso Yoghi è sesto con 732mila euro. Un risultato ancora più interessante considerando che sono ancora in programmazione i quattro titoli animati di Natale. Scende in settima posizione Tron: Legacy, che in tre settimane cumula 5,7 milioni. In ottava posizione La banda dei Babbi Natale che ancora si difende con 350mila euro ed un totale di 21,2 milioni. Chiudono la classifica The Tourist e Le cronache di Narnia: il Viaggio del veliero, con rispettivamente 11 e 10 milioni complessivi. Tra le altre new entries del week end Kill me please è diciottesimo con 42mila euro. Da segnalare il crollo, al sedicesimo posto, con 58mila euro, di Natale in Sudafrica.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA