questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Box office Italia: Avatar ancora senza rivali

Attualità, Box Office

08/02/2010

Mercato sugli scudi, grazie principalmente ad Avatar ma non solo, con un segno di + 45% a gennaio, che sta continuando anche a febbraio. Avatar è ancora il protagonista: sebbene con una leggera flessione degli incassi (- 26%) dovuta molto probabilmente agli impegni presi precedentemente da molte sale cinematografiche che hanno smontato un cavallo da corsa - sono 125 le sale in meno alcune delle quali probabilmente si mangiano i gomiti -, ma chi si aspettava che il film alla quarta settimana sarebbe stato ancora il più forte di tutti?

Ciò premesso Avatar è ancora saldamente in testa alla classifica italiana con 5,7 milioni di euro incassati alla quarta settimana ed un totale di circa 48 milioni (solo nelle sale Cinetel), che significa che il film su tutto il mercato ha già superato la soglia dei 50 milioni. Ma in seconda posizione si piazza un altro fenomeno - ovviamente di dimensioni molto diverse - Paranormal Activity che esordisce con 3,7 milioni di euro alla media - la più alta del week end - di 8.926 euro per sala. Un risultato eccellente, superiore alle aspettative. Da vedere adesso se il film avrà gambe per continuare a correre a questo ritmo.Scende in terza posizione il melo di Muccino Baciami ancora, che porta a casa 2,1 milioni e totalizza in tre settimane 6,7 milioni. Eccellente anche il risultato di Alvin Supestar 2 che alla seconda settimana incassa 1,4 milioni per un totale di 3,8. Resiste dopo tre settimane a metà classifica il bellissimo Tra le nuvole che nonostante le nomination all'Oscar si deve accontentare della quinta posizione con 870mila euro (ed un cumulo di 4,2 milioni). Scende invece in sesta posizione La prima cosa bella di Virzì, che totalizza 5,3 milioni, seguito dall'esordiente Il concerto, settimo con 452mila euro. All'ottavo posto l'action con Nicolas Cage Bangkok Dangerous, seguito dal fenomeno Verdone di Io, loro e Lara, ormai in uscita, e che in cinque settimane ha totalizzato quasi 16 milioni. Chiude la classifica l'horror atipico Il quarto tipo. Non ce l'ha fatta l'ottimo An education, nonostante le tre nomination all'Oscar, a rientrare nella top ten e si è fermato al tredicesimo posto con84mila euro.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA