questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Box office Italia: Avatar al di sopra dei record

Attualità, Box Office

25/01/2010

E' un vero piacere, per noi che facciamo questo mestiere, leggere i risultati di un fenomeno come Avatar. E' la dimostrazione che fino ad oggi abbiamo guardato al mercato in modo riduttivo, e che il 3D sta aprendo delle potenzialità molto superiori alle aspettative. Il mercato nelle ultime settimane si è attestato saldamente al di sopra dei 15 milioni di euro complessivi (solo nel week end), dimostrando che Avatar non sta cannibalizzando nessuno, e che sta portando al cinema anche il pubblico dei frequentatori più saltuari. Ciò premesso, passiamo ai risultati italiani del fenomeno di James Cameron: 8.757.000 euro nel secondo week end, alla media di 10.231 euro per sala (nelle circa 900 sale dove il film viene proiettato) e superando abbondantemente, in dieci giorni la cifra di 25 milioni di euro (nelle saleCinetel, il che significa che in tutto il mercato probabilmente ha già superato i 28 milioni). Tradotto in altre parole, significa che tutti i record precedenti sono stati spazzati via, che nelle sale 3d la gente fa la fila per prenotare il posto nei giorni successivi, che le sale si sono attrezzate con spettacoli notturni e spettacoli mattutini, e che il film offre la possibilità di testare nuove opportunità per le sale, dimostrando appunto che il mercato può misurarsi con sfide molto più ambiziose. Insomma Avatar merita sicuramente una riflessione sul futuro del cinema.

Passando agli altri risultati in seconda posizione Tra le nuvole (Universal) uscito in 350 sale incassa circa 1,5 milioni di euro, alla media di 4.150 euro per sala. Un buon risultato, forse leggermente al di sotto delle aspettative, vista la qualità ed il cast del film. Regge alla grande, in terza posizione l'inaffondabile Carlo Verdone di Io, loro e Lara (1,3 milioni nel week end e circa 15 milioni in tre settimane), seguito da Paolo Virzì de La prima cosa bella, con 1,2 milioni (3,5 milioni in dieci giorni). E pensare che qualcuno, prima dell'uscita di Avatar, aveva pronosticato un disastro per i film italiani in uscita in questo periodo.

Ottimo l'esordio in quinta posizione dell'horror Il quarto tipo (Warner) 227mila euro, un pò meno bene, considerato il livello ed il costo del film, il musical Nine, sesto con 534mila euro. In settima posizione l'action Sherlock Holmes, che comincia a sentire. dall'alto dei suoi circa 20 milioni di incasso, un pò di stanchezza. Discreto, in ottava posizione, l'esordio di Cuccioli: Il codice Marco Polo, 322mila euro alla media di circa 1900 euro per sala: un risultato più che accettabile considerando il target molto ristretto del film. Chiudono infine la classifica Hachiko e Soul Kitchen, due ottimi titoli che però stanno esaurendo la loro spinta. Non rientra nella top ten il bellissimo film di Giorgio Diritti, L'uomo che verrà, che si piazza in quattordicesima posizione con circa 150mila euro. Speriamo che il pubblico si accorga nei prossimi giorni di questo straordinario titolo.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA