questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Box office delle feste: chi ha vinto?

Attualità, Box Office

02/01/2013

Difficile che qualcuno brindi agli incassi, di questi tempi. Nella migliore delle ipotesi ci sono alcuni che escono meno malridotti di altri, ma non c'è molto da essere fieri. Con la giornata di ieri, si avvia alla conclusione il ciclo del periodo natalizio, e pertanto si può fare una prima stima di come sono andate le cose. Dopo la partenza disastrosa del Natale, gli incassi si sono ripresi, anche se non abbastanza per riequilibrare le aspettative. Vince, come ampiamente previsto, Lo Hobbit: un Viaggio inaspettato che ad ieri totalizzava 14,1 milioni di euro (praticamente la stessa cifra incassata al 1 gennaio 2012 da Sherlock Holmes - Gioco di Ombre: 14,2 milioni di euro). Seconda posizione per Colpi di fulmine con 8,77 milioni al 1 gennaio (un milione in meno rispetto a Vacanze di Natale a Cortina che al 1 gennaio 2012 invcassava 9,7 milioni di euro). Certo per Aurelio De Laurentiis e Neri Parenti è comunque una bella soddisfazione aver recuperato e sorpassato i concorrenti che gridavano vittoria prima di iniziare la corsa. Certo è che tutti pagano la scelta, sicuramente imprudente, di voler uscire in contemporanea in questo periodo, fidando troppo sulle debolezze degli altri più che sulle proprie qualità. Sconfitti sia Tutto tutto, niente niente, in terza posizione con 8 milioni di euro, e I 2 soliti idioti (7,7 milioni di euro), entrambi lontani dagli incassi dei primi capitoli. Buon risultato per Vita di Pi di Ang Lee, che sfiora i 5 milioni di euro complessivi. Mentre sia Ralph Spaccatutto che Sammy 2 (come anche La Regola del silenzio) rimpiangono la scelta di essere usciti in questo periodo: il film della Disney è a quota 4,6 milioni di euro, la metà di quanto probabilmente ci si aspettava, come anche la tartarughina della Eagle che non arriva ai 2 milioni di euro ed thriller di Robert Redford che non arriva ai 3 milioni. Debolissimo il comprato cinema d'autore con La Parte degli Angeli di Loach a quota 845mila euro, Love is All You Need a 457mila euro, Ernest & Celestine a 103 mila euro.

Da segnalare l' ottimo esordio di La migliore offerta di Giuseppe Tornatore che, nella sola giornata di ieri, primo gennaio 2013, ha incassato 560mila euro.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA