questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Boardwalk Empire, quando la televisione dà del filo da torcere al cinema

Attualità

03/11/2010

I serial tv americani ci hanno abituato oramai da anni ad una qualità altissima. Pensiamo a Lost, Dottor House, Six Feet Under, Mad Men, I Sopranos e potete aggiungere voi i vostri preferiti. Al Festival di Roma si è vista la puntata pilota di una nuova serie: Boardwalk Empire e se non la conoscete segnatevi il nome. Il pilot, l’episodio pilota, il più costosto tra le serie tv, è firmato da Martin Scorsese e presenta una storia super affascinante, girata magnificamente, con grandissimi attori e ambientazioni mozzafiato.

Siamo a Boardwalk, il lungomare di Atlantic City, la città del gioco, dei bordelli e della corruzione, nella notte del 1919 in cui scattò il Volstead Act. Dunque la nuova era del proibizionismo, che sembra inventato apposta perché Martin Scorsese ci ambientasse un film. Ha fatto di più, ha prodotto una serie intera, Boardwalk Empire, accettando di girarne la puntata pilota - durata 70 minuti -. Il film, sontuoso e trascinante, racconta la corruzione di quegli anni, sotto la patina molto glamour della fotografia d’epoca, con un cast di quelli che gli appassionati non dimenticano: da Steve Buscemi a Michael Pitt, da Michael Shannon a Kelly MacDonald. Buscemi è Nucky, al secolo Enoch L. Johnson, politico del partito repubblicano e criminale divenuto il re di Atlantic City; Shannon è l’agente federale Van Alden mentre Michael Pitt è il veterano di guerra e aspirante criminale Jimmy Darmody. Nucky per condurre i suoi affari non disdegnò di circondarsi di amici quali Al Capone, Lucky Luciano e altri futuri pezzi da novanta di Cosa Nostra. Nello scintillante décor di Bob Shaw, che ha completamente ricostruito Atlantic City a Brooklyn, compresa la famosa ‘boardwalk’, celebre promenade pavimentata in legno, si celebra l’esagerata ‘way of life’ dei gangster alla C’era una volta in America.

HBO punta su Boardwalk Empire, scritto dalla penna di punta dei Sopranos Terence Winter, per sottrarre a Mad Men il titolo di miglior serie. Il grande regista imprime alla storia la sua firma indelebile, dall’accuratezza dei dettagli alla ricostruzione pignola del paesaggio d’epoca sino alla geometria fluida dei movimenti di macchina. C’è sesso, c’è la violenza brutale di cui è maestro, perché, come dice uno dei personaggi - e come pensa Scorsese da sempre - “Non si può essere gangster a metà”. In Italia andrà in onda su Sky.

Il Festival di Roma presenta, in una serata di gala, Fuori Concorso, Boardwalk Empire, con una proiezione, questa sera, alle ore 19.30 presso la Sala Santa Cecilia dell’Auditorium. Ad accompagnare questa nuova straordinaria saga televisiva che ben presto avrà fan in tutto il mondo è arrivato l’attore Michael Pitt. Martin Scorsese è rimasto a Roma solo la giornata della presentazione del restauro di La Dolce Vita in quanto impegnato nella post-produzione del suo prossimo film Hugo Cabret.

VAI AL SITO DELLA HBO SU BOARDWALK EMPIRE

TRAILER

PARLA MARTIN SCORSESE E I SUO ATTORI

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA