questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Black Sea, cosa ne pensa il mondo del thriller con Jude Law

Attualità, Personaggi

14/04/2015

Il 16 Aprile arriva nelle sale italiane Black Sea, il thriller sottomarino diretto da Kevin Macdonald con Jude Law nei panni del protagonista. Il regista dell’intenso L’Ultimo Re di Scozia sceglie di raccontare una storia che corre sul filo della tensione, coinvolgendo lo spettatore dall’inizio alla fine. Il capitano di sommergibili Robinson, con un divorzio alle spalle e un figlio adolescente con cui non ha quasi alcun rapporto, viene licenziato dalla sua società di recupero relitti. Robinson decide di riscattarsi con un'impresa straordinaria: recuperare l'immenso carico d'oro contenuto in un sommergibile tedesco che giace sul fondo del Mar Nero dal 1941. A bordo di un sottomarino di fortuna e a capo di un equipaggio poco addestrato, il capitano parte per un'avventura che si rivelerà ancora piu' pericolosa del previsto.

Non che un film teso ed emozionante come questo abbia bisogno di un dialogo incisivo, ma Black Sea ha anche quello” scrive il New York Post, sottolineando l’importanza della sceneggiatura in questo film, che tiene un buon ritmo, coinvolgendo lo spettatore in un thriller dinamico e intrigante. Si creano situazioni che preparano colpi di scena e attivano meccanismi subdoli ed interconnessi tra loro, in modo da aumentare l’attesa e la curiosità dello spettatore che vive l’avventura al fianco dei personaggi nelle profondità scure e sinistre del mare. “Anche se vive inevitabilmente all'ombra di alcuni capolavori ambientati su sottomarini, Black Sea è un thriller superbo che segue un uomo in una missione ricca di adrenalina e tensione, e ha una risonanza contemporanea sorprendente” aggiunge Empire, mentre Rolling Stone pensa che “Macdonald utilizza il "Das Boot" per una massima tensione claustrofobica, e quindi attutisce le emozioni con flashback di Robinson e la sua ex moglie”. Jude Law nei panni di un uomo ferito e depresso, disposto a tutto per un tenore di vita migliore in grado di riconquistare moglie e figlio, combatte contro l’avidità e la debolezza di fronte a qualcosa più grande di lui. Gli equilibri che si spezzano a causa della natura umana che cede ai demoni del denaro e della sopraffazione, donano al film una struttura narrativa dinamica e coinvolgente, che intrattiene con gusto e divertimento.

Law è quello che ha sempre dovuto essere: un attore ipersensibile. In Black Sea, è forte in modo convincente come Jason Statham, con colori più evocativi” sottolinea il New York Magazine, mentre il Los Angeles Times aggiunge che “Jude Law interpreta un efficace capitano di sottomarino canaglia in un thriller opportunamente coinvolgente, teso per la regia di Kevin MacDonald”. Black Sea è un film “intelligente e veramente emozionante, come la maggior parte di thriller e ti porta giù negli abissi accanto il suo equipaggio” come scrive The Wrap, mentre il Washington Post aggiunge: “La ricca trama conferisce al film una bellezza cupa e claustrofobica che serve al suo stato d'animo, così come il suo messaggio misantropo soddisfacente: l'avidità non è una cosa buona, ma anche la maggior parte delle persone non lo sono”.

Scritto da Letizia Rogolino
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA