questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Black Mass, cosa ne pensa il mondo

Attualità

05/10/2015

Presentato in anteprima alla 72° Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, il film Black Mass diretto da Scott Cooper sarà nelle sale italiane dal prossimo 8 Ottobre. Un Johnny Depp quasi irriconoscibile interpreta il famoso gangster irlandese James “Whitey” Bulger che negli anni ’70 aveva in pugno South Boston, mentre la mafia italiana gli dava del filo da torcere. L’agente dell’FBI John Connolly, interpretato da Joel Edgerton, lo invita a collaborare come informatore speciale per eliminare questo nemico comune. Il film racconta la vera storia di questa alleanza che permise a "Whitey" di eludere l'applicazione della legge, consolidare il potere, e diventare uno dei gangster più spietati e potenti nella storia di Boston.

Se l’interpretazione ipnotizzante di Johnny Depp - un ritorno forte per la star dopo una serie di ruoli irregolari per critica e pubblico - è il punto di forza principale di Black Mass, c'è molto altro per cui consigliare questa sobria, tentacolare e profondamente coinvolgente storia di Bulger di South Boston come il suo complesso rapporto con l'agente dell'FBI John Connolly, interpretato altrettanto impressionante bene da Joel Edgerton” ha scritto Variety, che, come gran parte della stampa internazionale, è rimasta colpita da questo gangster movie che segue un ritmo sostenuto e conta sul cast di alto livello che funziona dall’inizio alla fine. “Nei panni del famigerato gangster James "Whitey" Bulger, Depp stupisce con una delle migliori prestazioni della sua lunga carriera, mentre il co-protagonista Joel Edgerton dona la giusta intensità al personaggio di John Connolly, un agente eticamente discutibile dell'FBI che flirta con il lato sbagliato della legge”  ha sottolineato USA Today, mentre Rolling Stone ha aggiunto che “Il volto di Depp con occhi di ghiaccio e una risata demoniaca, diventa una maschera che non riesci a leggere fino a quando il personaggio non fa qualcosa. Johnny Depp dà tutto quello che ha nel ruolo avvincente e spettacolare di un serpente a sonagli come il gangster di South Boston James "Whitey" Bulger”.

Come ha scritto The Guardian Black Mass di Scott Cooper è un grande e sfacciato ritratto del gangster più orribile tratto da una storia vera e straordinaria pensata su linee generiche familiari” poiché spinge sulla dualità del protagonista, diviso tra una dimensione privata più intima e sensibile, e la sua personalità legata al mondo degli affari e del crimine fredda e spietata. “Black Mass è più come un film di Scorsese. Forse la sequenza più memorabile è quando Bulger fa un test sardonico ad un amico d'infanzia per la fedeltà nel tenere un “segreto di famiglia” che riguarda la salsa della bistecca in quello che è fondamentalmente una rielaborazione / omaggio di Joe Pesci della famosa scena "Quei bravi ragazzi”” ha notato il New York Post. “Cooper, il regista di Crazy Heart e del sottovalutato Out of the Furnace, ha realizzato un gangster movie stretto e teso come Black Mass” ha precisato l’Entertainment Weekly, ricordando la capacità di questo regista di presentare molto bene l’emotività dei suoi personaggi, contesi tra bene e male, tra rimorso e sete di violenza e vendetta.

Come ha scritto The PlaylistBulger era un uomo, non un diavolo” e Black Mass racconta la sua storia, una vita corrotta e dedita al crimine che però lasciava spazio alla famiglia, all’amicizia e ai legami di lunga durata che incidevano sulle sue scelte e il suo temperamento.

Scritto da Letizia Rogolino
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA