questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Bim scommette sugli Oscar

Eventi

03/12/2013

La storica società di Valerio De Paolis, regina indiscussa del cinema d'autore europeo e internazionale, sembra aver recuperato tutto il suo smalto con un line-up prestigioso e in predicato per i premi più importanti di undici titoli  che coprono il primo semestre dell'anno. 

Il cavallo di battaglia è sicuramente 12 anni schiavo (12 years a slave) il film di Steve McQueen, titolo di punta del recente Festival di Toronto, fresco di 10 nomination ai Satellite Awards, e considerato in assoluto il favorito per la corsa agli Oscar, la storia vera di un uomo di colore libero che viene messo in schiavitù con l'inganno e allontanato dalla famiglia per dodici lunghi anni, interpretata da Chiwetel Ejiofor, Michael Fassbender, Brad Pitt, Benedict Cumberbatch e Paul Giamatti. 12 anni schiavo uscirà strategicamente il 20 febbraio, a cavallo tra le nomination e l'assegnazione degli Oscar, con una fiducia quasi assoluta sulla sua vittoria. Ma sono molti gli altri film d'autore del listino, a cominciare da C'era una volta a New York (The Immigrant), il nuovo film di James Gray con Marion Cotillard, Joaquin Phoenix e Jeremy Renner, in uscita ad inizio gennaio,  mentre a febbraio, sempre sulla potenziale scia delle nomination oltre 12 anni schiavo usciranno altri due titoli: I segreti di Osage County di John Wells, con due star del calibro di Meryl Streep e Julia Roberts, ed Her di Spike Jonze, già visto al festival di Roma dove la protagonista vocale Scarlett Johansson, è stata premiata in modo del tutto irrituale con il premio per la migliore interpretazione femminile. Seguirà a marzo la commedia One Chance  di David Frankel, e ad aprile ben quattro titoli a cominciare dal drammatico Father and Son di Hirokazu Kore-Eda presentato al Festival di Cannes, Tracks di John Curran, Il vulcano di Alexandre Coffre e Closed Circuit di John Crowleyl. Dovrebbe uscire a maggio invece il nuovo film di Sabina Guzzanti, La trattativa, una satira al vetriolo garantito sul tema trattativa Stato-Mafia. Chiudono il listino semestrale, tra maggio e giugno,  Under the Skin di Jonathan Glazer, con Scarlett Johansson, 100% Cachemire, diretto e interpretato da Valérie Lemercier.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA