questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Berlusconi vuole il suo biopic

Attualità, Personaggi

28/03/2012

Ormai è certo. L'ex premier e leader del Pdl, nonché proprietario del più importante gruppo mediatico italiano, Silvio Berlusconi sta lavorando ad un film sulla sua vita. Ancora top secret il titolo. E probabilmente sarà già pronto per il prossimo inverno, anche se i più maligni dicono che sarà pronto per le prossime elezioni. Secondo fonti vicine al suo entourage il Cavaliere vuole rispondere a Il Caimano di Nanni Moretti e a Silvio Story, il documentario girato da Roberto Faenza e sceneggiata dai giornalisti del Corriere della Sera, Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo. Per realizzare il suo ultimo progetto, Berlusconi - spiega il Corriere della Sera - cerca un regista di fama internazionale. E ne avrebbe già scartati quattro. "Non riesco a trovare la mano giusta...", avrebbe detto ai suoi collaboratori. Ma qualcun altro dice che alcuni dei misteriosi quattro avrebbero rifiutato perché non se la sentivano di firmare un progetto troppo 'pilotato'.

Il soggetto lo avrebbe scritto lui in prima persona ripercorrendo la sua formidabile e controversa avventura pubblica, dalla "scesa in campo" del 1994 fino alle dimissioni dello scorso novembre. Da settimane Villa Grazioli sarebbe diventata una specie di centrale mediatica con lo storico collaboratore del Cavaliere per la sua immagine televisiva Roberto Gasparotti alle prese con una mole impressionante di materiali televisivi da pre-montare per impostare un canovaccio filmico che copra gli avvenimenti del cosiddetto 'ventennio'. La notizia ha suscitato reazioni nel mondo del cinema, soprattutto tra i registi, tutti molto curiosi di conoscere chi sarà il fortunato prescelto. Tra questi Carlo Verdone, che ha dichiarato di voler fare un film sull'ex Premier.

«Ma solo a tempo debito - ha precisato - tra dieci o forse anche vent’anni. Quando diventerà un personaggio più delineato nella storia di questo Paese. Adesso è ancora troppo nella cronaca. Sicuramente tra qualche tempo raccontare la sua storia significherà raccontare un interessante arco temporale delle vicende attraversate da tutta l'Italia», conclude il regista romano, attualmente nelle sale con il suo film Posti in piedi in Paradiso.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA