questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Berlinale 2010: il programma completo

Attualità

02/02/2010

E’ stata ufficialmente presentata la sessantesima edizione del Festival del cinema di Berlino, che si terrà dall’11 al 21 febbraio. Saranno 20 pellicole provenienti da 18 Paesi a contendersi l'Orso d'Oro accanto ad altre sei fuori concorso.

Grande spazio al cinema orientale, con il cinese Apart Together di Wang Quan’an scelto per aprire la kermesse, ed il giapponese About Her Brother di Yoji Yamades, scelto per chiuderla. Il Festival proporrà 18 anteprime mondiali ed inoltre dedicherà un omaggio a Eric Rohmer, il regista recentemente scomparso, proiettando Pauline alla spiaggia Orso d’argento della migliore regia nel 1983.

Nessun italiano in gara, anche se in definitiva la rappresentanza italiana risulta molto corposa: nella sezione Panorama Special ci sarà Ferzan Ozpetek con Mine Vaganti; nella Berlinale Special verrà presentato Cosa voglio di più di Silvio Soldini; nella sezione Panorama compaiono Due vite per caso dell’esordiente Alessandro Aronadio e La bocca del lupo di Pietro Marcello; infine nella Culinary Cinema ci sono Io sono l’amore di Luca Guadagnino e Come si deve di Davide Minella.

I grandi eventi di quest'anno sono l'anteprima di Shutter Island, che verrà presentata da Martin Scorsese e Leonardo DiCaprio e quella di The Ghost Writer che sarà accompagnato da Ewan McGregor e Pierce Brosnan.

IN CONCORSO

A Family di Pernille Fischer Christensen (Danimarca)

A Somewhat Gentle Man di Hans Petter Moland (Norvegia)

Caterpillar di Koji Wakamatsu (Giappone)

Greenberg di Noah Baumbach (USA)

Honey di Semih Kaplanoglu (Turchia / Germania)

How I Ended This Summer di Aleksei Popogrebsky (Russia)

Howl di Rob Epstein e Jeffrey Friedman (USA)

If I Want To Whistle, I Whistle di Florin Serban (Romania / Svezia)

Jud Süß di Oskar Roehler (Germania / Austria)

L’uomo nell’ombra di Roman Polanski (Germania / USA)

Mammuth di Benoît Delépine e Gustave de Kervern (Francia)

On the Path di Jasmila Zbanic (Bosnia-Herzegovina / Austria / Germania / Croazia)

Puzzle di Natalia Smirnoff (Argentina)

Shahada di Burhan Qurbani (Germania)

Submarino di Thomas Vinterberg (Danimarca)

The First Gun di Zhang Yimou (Cina)

The Hunter di Rafi Pitts (Iran / Germania)

The Killer Inside Me di Michael Winterbottom (USA)

The Robber di Benjamin Heisenberg (Austria / Germania)

Tuan Yuan di Wang Quanan (Cina)

FUORI CONCORSO

Exit Through the Gift Shop di Banksy (USA / Gran Bretagna)

My Name Is Khan di Karan Johar (India)

Otouto di Yoji Yamada (Giappone)

Please Give di Nicole Holofcener (USA)

Shutter Island di Martin Scorsese (USA)

The Kids Are All Right di Lisa Cholodenko

PANORAMA

Barriere di Andreas Kleinert (Germania)

Born To Suffer di Miguel Albaladejo (Spagna)

Due vite per caso di Alessandro Aronadio (Italia)

Fucking Different São Paulo di Rodrigo Diaz Diaz, Luiz René Guerra, René Guerra, Sabrina Greve, Joana Galvão, Monica Palazzo, Max Julien, Ricky Mastro, Silvia Lourenço, Gustavo Vinagre, Herman Barck, Luciana Lemos e Elzemann Neves (Germania / Brasile)

Going South di Sébastien Lifshitz (Francia)

Initiation di Peter Kern (Germania / Austria)

Jolly Fellows di Feliks Mikhaylov (Russia)

 

 

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA