questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Ben Stiller: lavoro, solidarietà e Internet

Attualità

24/06/2010

In questi giorni è a Cannes, al Festival della Pubblicità per pubblicizzare appunto una iniziativa che lo vede in prima linea per raccogliere dei fondi destinati alla costruzione di una scuola ad Haiti dopo il terrificante terremoto. Stiamo parlando di Ben Stiller, attore, regista, produttore, attualmente impegnato con un film uscito da poco negli Stati Uniti Greenberg e un altro in lavorazione, il sequel del cult Zoolander. Intervistato da vari quotidiani, in particolare Repubblica, Stiller ha affermato: “Non riesco a restare inattivo per molto tempo quindi mi invento qualche attività interessante. E dato che non mi piace aprire ristoranti, produrre vino o realizzare una mia linea di moda, beh cerco di capire quello che succede nel mondo dei nuovi media. Mi piace come il web interagisce con la creatività e per questo ho aperto una divisione della mia casa di produzione dedicata solo a questo, e a dare opportunità a chi ha idee ma non ha denaro”.

A 44 anni Stiller è uno dei divi più amati di Hollywood e, oltre il suo impegno sul web (va fortissimo il suo sito stillerstrong, facebook e twitter) l’attore ammette che l’età che ha raggiunto non è assolutamente facile da affrontare. “Greenberg ad esempio parla proprio della mia generazione e per questo ci ho tenuto moltissimo a realizzarlo. Se amo i quarantenni? Non è facile generalizzare, non saprei dire se siamo una generazione compatta, come i ‘babyboomers’ ad esempio. Roger, il personaggio del film, è un quarantenne che perde il lavoro, ha una vita non facile ma cerca comunque di fare del suo meglio per se e per gli altri. Penso che molti possano identificarsi con la sua battaglia quotidiana, per arrivare alla fine della giornata con un’idea di se stessi non proprio pessima e l’ego intatto, dopo avere avuto a che fare con migliaia di cose che provano a portarti fuori strada. Credo che ci sia qualcosa di nobile in questo, che ci voglia coraggio, semplicemente nel cercare di vivere la propria vita. Ci sono milioni di persone che non hanno avuto la fortuna che ho avuto io, il successo materiale, o il riconoscimento per quello che fanno, ma hanno talento, sono bravi, hanno molto da offrire e vivono la loro vita, senza successo ma con grandissima forza e dignità”.

Tra le sue mille attività, come preannunciava prima il web ha una importanza notevole e, in attesa del sequel del divertentissimo Zoolander, Stiller sta producendo una serie di corti con protagonisti i suoi genitori, entrambi attori, Jerry Stiller e Anne Meara. “I miei genitori – conclude l’attore – hanno entrambi più di 80anni ma sono molto attivi e vitali. La serie che produciamo con Yahoo! è basata sulle notizie che vediamo ogni giorno, loro le commentano, fanno conversazioni mescolano la vita alla comicità in un formato che dura cinque minuti. Lui e lei sono un solo organismo, le puntate sono completamente improvvisate, parlano di tutto, dalla BP ai Mondiali di Calcio. Certo è diverso dal fare un film, quando vuoi raccontare delle storie dall’inizio alla fine You Tube non basta. Ma le strade che Internet sta aprendo al mondo del cinema sono molte e possono essere sorprendenti. E poi i ragazzi sono su Internet e vedono tutto online. E’ una realtà con la quale bisogna sapere entrare in relazione”.

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA